venerdì 14 settembre 2018

Lettura di gruppo "La Chimera di Praga" di Laini Taylor - Capitoli da 12 a 18

Oggi tocca a me ospitare la tappa di questa lettura di gruppo, per me rilettura. Cedo la parola a Ludovica, che mi assiste sempre in questi progetti.

Il libro:

Autrice: Laini Taylor
Titolo: La Chimera di Praga
Editore: Fazi Editore (Lain)
Data di pubblicazione: 3 maggio 2012
Pagine: 394
Serie: #1 La saga della Chimera di Praga

Trama:
Karou ha diciassette anni, è una studentessa d’arte e per le strade di Praga, la città in cui vive, non passa inosservata: i suoi capelli sono di un naturale blu elettrico, la sua pelle è ricoperta da un’intrigante filigrana di tatuaggi, parla più di venti lingue e riempie il suo album da disegno di assurde storie di mostri. Spesso scompare per giorni, ma nessuno sospetta che quelle assenze nascondano un oscuro segreto. Figlia adottiva di Sulphurus, il demone chimera, la ragazza attraversa porte magiche disseminate per il mondo per scovare i macabri ingredienti dei riti di Sulphurus: i denti di ogni razza umana e animale.
Ma quando Karou scorge il nero marchio di una mano impresso su una di quelle porte, comprende che qualcosa di enorme e pericoloso sta accadendo e che tutto il suo universo, scisso tra l’esistenza umana e quella tra le chimere, è minacciato. Ciò che si sta scatenando è il culmine di una guerra millenaria tra gli angeli, esseri perfetti ma senz’anima, e le chimere, creature orride e grottesche solo nell’aspetto esteriore; è il conflitto tra le figure principi del mito cristiano e quelle dell’immaginario pagano. Nel disperato tentativo di aiutare la sua “famiglia”, Karou si scontra con la terribile bellezza di Akiva, il serafino che per amore le risparmierà la vita.

Con questo libro unico, già finalista al National Book Award, tra i più alti riconoscimenti letterari negli USA, e acclamato dalla critica più esigente, Laini Taylor tesse un raffinato modern fantasy permeato dalle intriganti atmosfere praghesi e dalla tradizione mitologica del mondo classico, in cui la ricerca della natura interiore s’accompagna alla scoperta del vero, ma sempre contrastato amore.





Premessa: Questo post contiene SPOILER! È impossibile fare un gruppo di lettura senza raccontare cosa succede quindi se non siete ancora arrivati a questo punto fate attenzione.


RIFLESSIONI DI LUDOVICA CAPITOLI DA 12 A 18


Pur trovandoci ancora all’inizio del libro, cominciano ad infittirsi i fatti,  si ingarbugliano ancor di più episodi che si intrecciano ad altri, per noi senza senso, abbiamo alcune risposte, ma ancora più interrogativi si insinuano nelle nostre menti.
Ciò che appare sempre più chiaro, in un’atmosfera di confusione totale, in cui non abbiamo ancor ben compreso chi sia Karou, o quantomeno, chi sia davvero Karou, che ruolo abbia Sulphurus e tutte le altre chimere nella sua vita, che significato abbiano gli Hamsa, i tatuaggi che lei ha sulle mani, dicevo,  l’unica nostra certezza è che il primo incontro tra i protagonisti di un libro, è sempre un momento magico ed indimenticabile. Benvenuto batticuore!

Karou si era recata su commissione di Sulphurus a Marrakesh per recuperare quelli che sono diventati in questi pochi capitoli i “famosi” denti (mistero che a quanto pare è il fulcro della storia, ma che a quanto pare per ora non ci è dato conoscere) ed Akiva, il serafino dalle ali di fuoco, si trovava nella stessa città per marchiare con la sua mano di fuoco alcune porte (o portali verso altri mondi misteriosi?)
Si incontrano mentre Karou è alle prese con Izil, il mercante che recupera denti per Sulphurus ed Akiva viene appellato dalla “cosa” che vive sulle spalle del povero Izil: a quanto pare un angelo caduto.

Il loro primo incontro avviene in un clima agitato e turbolento, ma nonostante ciò i due si guardano in silenzio, senza proferire parola alcuna, lasciando che i loro occhi (ma soprattutto i loro pensieri) parlino per loro.
Karou lo guarda e ne è talmente affascinata da non rendersi conto che potrebbe morire per mano sua, di contro, Akiva, che davvero potrebbe (siamo sicuri che potrebbe?) ucciderla, la guarda con estrema curiosità, perché non riesce a capire chi sia e cosa sia, ma intuisce che non sia solo una bella ragazza dai capelli blu.
Si inseguono, o meglio Karou cerca di raggiungere il portale per tornare al negozio di Sulphurus ed Akiva la insegue, lottano e si colpiscono a vicenda, Karou riesce addirittura a colpirlo e poi avviene.
Esiste un momento in cui tutto cambia, una percezione, un sentimento, un’emozione ed un preciso, magico, unico momento in cui tutto viene rovesciato e svelato. È il momento della consapevolezza, quello in cui viene ribaltato tutto quello che si credeva, perché si ha ha la sensazione che ci sia qualcosa di più di quello che appare agli occhi. Qualcosa che va oltre. Oltre i loro sguardi. Oltre quello che vedono. Qualcosa di sotterraneo, di non detto, non espresso, ma che nelle loro menti e nei loro ricordi esiste.
È come se si riconoscessero, senza mai essersi conosciuti.

«Per una mera frazione di secondo fece scivolare la sua maschera,
e fu sufficiente:
Karou vide una patina di imperiosa commozione,
un’ondata d’emozione che addolcì i lineamenti rigidi
ed assurdamente perfetti.
Avvenne in silenzio e senza luce,
eppure Karou la sentì. E anche l’Angelo.
I suoi occhi si spalancarono per la consapevolezza.»


C’è anche un momento in cui lui potrebbe ucciderla, perché è lì a portata di mano e poi lei sui palmi delle mani ha i suoi stessi hamsa, gli occhi del diavolo, e qualcosa deve pur significare, ad esempio che lei non sia umana come sembra, e lui potrebbe ucciderla, ma non lo fa, perché, semplicemente, resta a guardarla. (Ma non è adorabile???)
Le dà così l’occasione di fuggire e di raggiungere, ferita ed insanguinata, Sybilis, che si occuperà di lei al posto di Sulphurus, che al momento ha qualcosa di più urgente da risolvere. Qualcosa che riguarda il mondo conosciuto ed uno sconosciuto, qualcosa che potrebbe riguardare anche Karou e lei, di una curiosità insaziabile e vivacissima, sfida la possibile reazione di Sulphurus e si affaccia ad una finestra, a cui non aveva mai osato avvicinarsi.
Karou vuole sapere. Cosa faccia Sulphurus con tutti i denti che le fa cercare in un mondo conosciuto, cosa siano i tatuaggi che ha sulle mani e perché quell’Angelo li avesse anche lui.
Karou è anche frustrata perché non sa chi lei sia, non capisce cosa volesse davvero quell’Angelo da lei, perché avrebbe potuto ucciderla e non lo ha fatto: sempre più interrogativi nella testa e sempre meno risposte, sempre più segreti e sempre meno spiegazioni.
Non sazia di guardare fuori da una finestra, segue Sulphurus che va verso il basso, seguendo delle scale circolari ed è lì che Karou ha una prima grande rivelazione: in una sorta di cattedrale, si trovano diversi tavoli su cui sono allungate delle chimere, che hanno i suoi stessi hamsa, che credeva morte, fino a che una non la aggredisce in modo violento e le rivolge quella stessa domanda che vuole sapere lei stessa, vuole sapere Akiva che nel frattempo sta interrogando Izil, quello che vogliamo sapere tutti noi lettori:

CHI SEI?

Già chi sei Karou e cosa ti nascondono? Dove sta il bene e il male? Chi è Akiva? Che passato avete in comune, cosa vi lega, ma cosa lega te alle chimere, a parte che ti abbiano cresciuta?
La lettura si sta rivelando sempre più interessante ed intrisa di emozione e di suspense, i personaggi sono descritti in maniera molto approfondita, il ritmo è talmente serrato che ogni tappa in cui dobbiamo fermarci, è una tortura per le mani che vorrebbero avanzare, ignorando le condizioni della nostra Comandante!
Quindi, tutti pronti, e corriamo a leggere gli altri capitoli....



Ludovica

Siete d'accordo con lei?


Se volete partecipare, c'è un gruppo facebook nel quale poter postare impressioni e scleri vari, lo trovate qui.


Passate a vedere le altre tappe, quelle di oggi e le precedenti. E stasera si può continuare, evviva!

26 commenti:

  1. Questa è una di quelle saghe che debbo assolutamente terminare di leggere. Qualche mese fa ho letto anch'io il primo volume, ma devo presto decidermi a leggere gli ultimi due ☺☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. finito questo proseguiremo di sicuro, se vorrai unirti

      Elimina
    2. Leggere insieme è un’emozione unica!
      Ti aspettiamo per il secondo volume!

      Elimina
  2. Interessante!
    Anche se adesso Karou come se la sbroglierá?
    Queste tappe sono state incalzanti e pur iniziando a darci risposte, oltre che ulteriori domande,sono molto coinvolgenti.
    Ora proseguo!

    RispondiElimina
  3. Abbiamo interrotto la lettura sul più bello!
    Karou è in pericolo e Akiva sta cercando, in tutti i modi, di indagare su di lei. Le risposte sembrano ancora lontane ma la curiosità è davvero tanta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella è una particolarità della Comandante 😡😡😡
      Ci interrompe sempre,quando vorremmo solo andare avanti😀😀😀

      Elimina
  4. Il primo incontro non si scorda mai. Emozione paura mistero curiosità. Capitoli intensi e difficilmente decifrabili. Corro a leggere. Voglio sapere scoprire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiiiiiiiiiiiii! Ed io,poi,non li adoro per niente! No no😂😂😂

      Elimina
  5. Che bel modo di raccontare questi capitoli… brava Ludovica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro scrivere di sentimenti ❤️❤️❤️

      Elimina
  6. Bello, bello, bello! Anch'io come te continuo a fare supposizioni, alcune cose iniziano a prendere forma ma c'è moltissimo da scoprire!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siiiiiiii e per fortuna ora possiamo procedere verso la luce.....sempre che di luce si tratti. Ho come la sensazione che non ne vedremo delle belle e che l’oscurità avrà la meglio🤦🏼‍♀️

      Elimina
  7. Finalmente, con questi capitoli, la storia ha iniziato a rapirmi e non vedo l'ora di proseguirne la lettura per scoprire le risposte a tutte le domande che mi sono posta e capire così ogni verità su Karou :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo provato già un paio di volte a leggere il libro, ma mi ero fermata sempre alle prime pagine...non era scattata la scintilla, ora che è scattata, sarà difficile fermarsi😅

      Elimina
  8. Ho appena recuperato questi capitoli e sono stati pieni di emozioni!! Non vedo l'ora di andare scavando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non usare la parola “scavare”😂😂 ché ho il terrore di vedere cosa si nasconda nelle viscere della terra!

      Elimina
  9. Tappa molto bella, Ludovica è una garanzia, tantissime domande ed alcuni capitoli davvero inquietanti! I capitoli da leggere si fermano proprio sul più bello, forse nei prossimi avremo finalmente qualche risposta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessia! È che mi capitano sempre capitoli così “cuorosi” che non posso esimermi dall’essere romantica,ironica e “cuorosa” anche io😍😍😍

      Elimina
  10. Adoro quando i protagonisti se le danno di santa ragione!!!

    RispondiElimina
  11. L’incontro con Akiva è stato magico! Ma a me fa troppo innervosire non aver capito un cappero della storia dei denti... tra l’altro: inquietantissimo.

    RispondiElimina
  12. Davvero un bellissimo libro con personaggi misteriosi tutti da scoprire

    RispondiElimina
  13. Libro in crescendo: una storia intricata, ma di cui si riesce a godere ogni passaggio nonostante siano tantissime le domande. Ottima analisi.

    RispondiElimina
  14. Non vedo davvero l'ora di continuare a leggere. Ormai sono drogata di Karou e Akiva!

    RispondiElimina
  15. Mi sa che il titolo del libro ha spoilerato la natura di Karou, a meno che non sia un ibrido (al momento sinceramente mi pare la scelta più ovvia). Akira un po' scontato, ma mi piace. Sulphurus invece che sia un demone?

    RispondiElimina