sabato 25 febbraio 2017

Recensione "Cinder" di Marissa Meyer

Buongiorno a tutti, oggi vi lascio il mio pensiero su questo libro che ho riletto nell'ambito di un gruppo di lettura che ha coinvolto più blog (qui la presentazione). Mi è piaciuto molto riprendere in mano questa storia con questa modalità e ho apprezzato i vari punti di vista. Sono quindi molto contenta di dirvi che la (ri)lettura proseguirà, a breve inizieremo Scarlet. C'è un gruppo facebook aperto in cui tutti possono commentare o anche solo sbirciare. Se volete iscrivervi è qui.

Autrice: Marissa Meyer
Titolo: Cinder
Editore: Mondadori (Chrysalide)
Data di pubblicazione: 13 marzo 2012
Pagine: 394
Serie: #1 Cronache Lunari

Trama:
Cinder è abituata alle occhiate sprezzanti che la sua matrigna e la gente riservano ai cyborg come lei, e non importa quanto sia brava come meccanico al mercato settimanale di Nuova Pechino o quanto cerchi di adeguarsi alle regole.
Proprio per questo lo sguardo attento del Principe Kai, il primo sguardo gentile e senza accuse, la getta nello sconcerto. Può un cyborg innamorarsi di un principe? E se Kai sapesse cosa Cinder è veramente, le dedicherebbe ancora tante attenzioni?
Il destino dei due si intreccerà fin troppo presto con i piani della splendida e malvagia Regina della Luna, in una corsa per salvare il mondo dall'orribile epidemia che lo devasta.
Cinder, Cenerentola del futuro, sarà combattuta tra il desiderio per una storia impossibile e la necessità di conquistare una vita migliore. Fino a un'inevitabile quanto dolorosa resa dei conti con il proprio oscuro passato.
Un esordio folgorante in cui la fantascienza incontra la favola dando alla luce un mondo visionario e di affascinante complessità.



Quando un libro mi piace così tanto è difficile per me riuscire a esprimere il mio pensiero.

Innanzitutto è un insieme di cose: fantascienza, distopia, storia d'amore, il tutto miscelato insieme alla fiaba classica. Forse è proprio questa la cosa che più mi ha colpita, la genialità di questa autrice nel saper mischiare elementi nuovi e futuristici con quelli di Cenerentola. Infatti man mano che leggevo e spuntavo le varie analogie mi stupivo di come è riuscita a creare una storia così innovativa usando pezzi già noti. Già solo per questo merita di essere letto. C'è la matrigna cattiva, le sorellastre, la scarpetta, la zucca, il principe, il reame e anche una specie di fata madrina.

La nostra principessa però è sì tutta sporca e scarmigliata ma perché è un meccanico e in più pure Cyborg. In un mondo futuro, reduce da guerre devastanti, la scienza è riuscita a salvare la vita di molte persone impiantando pezzi meccanici, come nel caso di Cinder. Questa condizione è molto discriminante però e lei ne patisce molto.

Ho amato tantissimo questo personaggio, con le sue fragilità unite alla sua enorme forza. Patisce le ingiustizie, non si sente neanche degna del poco che ha ma quando serve tira fuori risorse inaspettate.

A me personalmente è piaciuto molto anche il personaggio di Kai, definito pulcino bagnato perché sembra un cucciolo spaventato. Subisce la sua sorte con un'accettazione stoica anche se non vorrebbe. E' combattuto ma ha un senso dell'onore che prevale su tutto.

Ho adorato anche tutti i personaggi secondari che sono molti e tutti importanti. In particolar modo Iko l'androide amica di Cinder.

Lo stile dell'autrice è scorrevole e accattivante, è difficile smettere la lettura. Non annoia mai nonostante tutte le nozioni che bisogna immagazzinare su questa realtà immaginaria.

Non ho volutamente parlato della trama perché secondo me è il maggior punto di forza e va scoperta leggendola. Ammetto che il colpo di scena finale è facilmente prevedibile fin dall'inizio ma comunque è ricca di suspense. Ed è geniale, l'ho già detto? Lo ripeto. Una cosa straordinaria.

Il mio consiglio spassionato quindi è di leggere questo libro, anche se non siete proprio amanti del genere. E' particolare e ben studiato.

Naturalmente vi aspetto sul gruppo facebook per parlarne insieme più semplicemente e anche con la (ri)lettura di gruppo di Scarlet.





venerdì 24 febbraio 2017

Recensione "Fangirl" di Rainbow Rowell - Perché te lo dico io! #3

Ciao, oggi torno con questa rubrica in collaborazione con Lea del blog Due lettrici quasi perfette


E' un'idea che è nata parlando della nostra passione comune: i libri di narrativa per ragazzi. Ogni volta una di noi consiglierà all'altra un titolo, spiegando il perché di quella scelta e ci sarà la recensione. La cadenza sarà del tutto casuale perché noi due in fondo ci sentiamo ancora adolescenti e quindi pubblicheremo quando ci pare e piace!

Questa volta ci siamo consigliate la stessa autrice e Lea mi ha fatto leggere "Fangirl" di Rainbow Rowell perché:

Non sottovalutate questo libro: non racconta la solita storia ambientata all'università, non è solo un romanzo di formazione o una delicata storia d'amore. E' una storia apparentemente lieve che tocca temi fondamentali quali la famiglia, l'identità, l'abbandono, il conformarsi o meno e, su tutti, la scrittura/lettura, che è questa grande magia che rende la nostra vita più ricca e intensa. Lo consiglio senza riserve.


Autrice: Rainbow Rowell
Titolo: Fangirl
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 18 ottobre 2016
Pagine: 513

Trama:
Approdata all'università, dove la sua gemella Wren vuole solo divertirsi tra party, alcool e ragazzi, la timidissima Cath si trova sola per la prima volta e si rinchiude nella sua stanza a scrivere la fanfiction di cui migliaia di fan attendono il seguito. Ma una compagna di stanza scontrosa con il suo ragazzo carino che le sta sempre intorno, una professoressa di scrittura creativa che pensa che le fanfiction siano solo un plagio, e un affascinante aspirante scrittore che vuole lavorare con lei, obbligheranno Cath ad affrontare la sua nuova vita...





Oh come mi piace questa autrice! Ha un modo di scrivere, uno stile che ti cattura, ti inchioda alle pagine e non riesci a smettere di leggere. O almeno è quello che capita a me.
Ho iniziato piena di aspettative e devo dire che non sono state deluse. La storia a prima vista sembra una "roba da ragazzini", l'università, i primi amori ecc. Niente di più sbagliato. E sì un romanzo per ragazzi, ma è molto molto di più.

Cath è una ragazza molto riservata che inizia l'università piena di paure. La sua gemella Wren vuole staccarsi un po' da lei, il loro rapporto è troppo stretto, simbiotico. Ma Cath patisce questa sua voglia di indipendenza, non ne comprende il motivo. Per lei la vita va benissimo così, tutta incentrata sulla famiglia e soprattutto la sua fanfiction. Infatti lei da anni porta avanti Carry on, una storia derivata da un grande successo tipo Harry Potter. Ma ha stravolto la storia secondo la sua personale interpretazione, come appunto fa una fanfiction.
Era bello poter scrivere in camera propria, nel proprio letto. Perdersi nel mondo degli Arcimaghi e non tornare più indietro. Non sentire altre voci nella testa eccetto quelle di Simon e Baz. Nemmeno la propria. Era per quello che scriveva. Per quelle ore in cui il loto mondo soppiantava quello reale. In cui poteva permettersi di cavalcare l’onda dei loro sentimenti reciproci, come qualcosa che precipitasse giù a rotta di collo.
Ammetto che io ne so pochissimo di questo, non le ho mai lette né considerate. Perché io in realtà sono ottusa e uscire dagli schemi a cui sono abituata mi destabilizza. Se devo leggere una storia in cui il personaggio è stravolto fatico troppo. Preferisco gli spin-off ecco.
Confesso anche però che la cosa mi affascina non poco. L'idea di partire da basi già note e inventare tutta una storia senza stravolgerla del tutto, ma cambiando parti fondamentali. Ci vuole passione e una buona dose di bravura.
A volte scrivere è come correre in discesa, con le dita che si muovono a scatti dietro di te sulla tastiera come fanno le gambe quando non riescono a stare al passo con la forza di gravità.
Soprattutto però capisco il bisogno che spinge Cath a tuffarsi nel mondo tutto suo di Carry on. La necessità di evadere dai problemi quotidiani, di trovare qualcosa che va esattamente come si vuole, la stabilità di ritrovare i personaggi amati e di far realizzare i propri sogni. E' magia, ma è anche rassicurazione, quando la vita ti da uno scossone. Per me la lettura, e il blog, sono proprio questo, quindi mi sono immedesimata tantissimo in lei per questo.

Quello che a prima vista appare appunto come un romanzo leggero nasconde invece dei retroscena che fanno riflettere. Il rapporto complicato tra le gemelle e quello con il padre che fa quello che può ma non è una figura forte né il classico genitore, ha dei problemi anche lui. E pure la madre, la sua assenza prima e la sua presenza sbagliata poi. Fa riflettere molto su quanto i problemi dei genitori si riflettono sui figli e ne condizionino la vita.
Infatti sia Cath che Wren non sono ragazze spensierate. Se Wren vuole vivere all'estremo tutto, Cath si chiude sempre più al mondo e alla gente.
«Dicevo semplicemente che... a volte ci si può anche arrendere, no? Si può anche dire: "basta, è una tortura, io ci rinuncio" non credi?»
«Crea un precedente pericoloso.»
«Per evitare il dolore?»
«Per evitare la vita.»
I personaggi quindi sono caratterizzati benissimo, ognuno con la sua particolarità e non vengono stravolti per ragioni di copione. Infatti Cath rimane sempre la stessa, non sboccia trasformandosi in un cigno. Matura, ma non viene stravolta.

Mi è piaciuta molto anche la storia d'amore. Levi, anche lui con tutti i suoi problemi e difetti, è dolcissimo e anche quando sbaglia mi fa tenerezza. E ho adorato il fatto che il sentimento non sia stato né istantaneo né scontato. Fondamentale, certo, ma il libro non è solo questo.
«Dio, Levi. Ma guardati… tu sei…» Non aveva parole per descriverlo. Era una pittura rupestre. Era Il palloncino rosso. Si alzò sui talloni e lo attirò a sé fino a ritrovarsi il suo viso così vicino da riuscire a guardargli un solo occhio alla volta. «Sei pura magia» gli disse.
E ora parliamo del finale non finale. Questo è un tratto distintivo di questa autrice e io me lo aspettavo. Non si è smentita anche se in qualche modo una chiusura c'è stata. Mi ha lasciata con un sentimento di speranza molto forte.

In conclusione ringrazio Lea per la scelta e Ketty per avermelo regalato. E ne consiglio la lettura a tutti, non solo ai ragazzini.



Adesso andate a vedere la recensione del libro che ho fatto leggere a Lea, Eleonor & Park (il primo titolo era Per una volta nella vita), qui il post. 

Io e la mia socia intanto stiamo già pensando ai prossimi titoli, spero che continuerete a seguirci.



giovedì 23 febbraio 2017

Lettura di gruppo "Black Friars - L'ordine della Chiave" di Virginia De Winter - Capitoli 6-10


Ciao, come ormai avrete capito, stiamo (ri)leggendo in gruppo tutta la saga Black Friars, scritta da Virginia De Winter. Abbiamo già finito il primo volume, L'ordine della Spada, distribuito fra vari blog ma io e Alice di New Adult Italia abbiamo deciso di proseguire con la lettura e quindi ora stiamo parlando de L'ordine della Chiave. Il progetto è spiegato bene nel post di presentazione.


Come procede la lettura? Io più leggo questi libri e più li leggerei. Abbiamo già portato a cinque i capitoli da trattare settimanalmente ma ogni volta la storia mi rapisce e vengo immediatamente catapultata nella Vecchia Capitale, insieme ad Axel, Eloise e tutti gli altri. Trovo che questo libro sia più scorrevole del primo, forse perché sono più abituata allo stile dell'autrice, così ricco di particolari o forse è proprio più fluente il testo.

Autrice: Virginia De Winter
Titolo: Black Friars. L'ordine della Chiave
Editore: Fazi Editore (Lain)
Data di pubblicazione: 14 luglio 2011
Pagine: 454

Trama:
Avventura, cappa e spada; una storia d'amore passionale e tempestosa; storie di spiriti e demoni, vicende di antiche famiglie regnanti, giovani principi e figli di re; atmosfere medievali, ancestrali e cupe. Ma anche storie vere, sotto il velo nero della narrazione. Uno scenario intriso di suggestioni che riecheggiano fra i vicoli di una città affollata di esseri pericolosi e irresistibili, per i quali l’autrice si è ispirata ai fatti e ai luoghi dell’Italia dai suoi albori al mondo contemporaneo. Una società inquietante, rischiarata dalla luce flebile delle candele, dove imperversano sette e confraternite che contaminano l'aria con il loro influsso malefico. Questo il mondo che Eloise Weiss si trovava ad affrontare ne L'ordine della spada: ma dov'è che tutto ha inizio? Axel Vandemberg, giovane erede al trono di Aldenor, non è altro che una matricola il cui sogno è diventare un giorno Duca dell'Ordine della Chiave, conquistando prestigio e rispetto. Ma la carica è ricoperta da Rafael Valance, sul quale all'improvviso ricadono i sospetti per l'omicidio della fidanzata Emelyn. Il primo assassinio di una lunga serie. Storie dell’orrore prima di andare a dormire. Storie che si raccontano ai bambini, storie malvagie con un fondo di verità. Virginia de Winter riporta in vita il lato oscuro delle favole, la loro grottesca bellezza e l’ancestrale terrore che sono capaci di suscitare.

Premessa: Questo post contiene SPOILER! Non posso non raccontare cosa succede quindi se non siete ancora arrivati a questo punto fate attenzione.




Commento ai capitoli da 6 a 10

Axel riceve un invito per partecipare a un ricevimento nel palazzo di Belladore e viene convinto da Bryce ad accettarlo, nonostante capisca che la rediviva non voglia solamente ringraziarlo per aver salvato la sua protetta, Alise. Lui è anche il principe erede al trono e quindi la sua importanza politica futura fa gola a molti, compresa Belladore che da sempre ha influenze altolocate.
Appena arrivato però viene subito intercettato da una cortigiana umana e irriverente, Elenoire che, con l'aiuto di un musicista redivivo dalle doti eccezionali e di Rafael Valance, l'attuale Dura dell'ordine della Chiave, lo fa fuggire senza essere intercettato da Belladore. Viene messo in guardia sulla rediviva e sui suoi scopi sordidi e inizia a esserci della stima reciproca fra Axel e Rafael.
Le grandi finestre erano rivolte a occidente, così il tardo sole del pomeriggio entrava in fiotti freddi e dorati e il pulviscolo delineava i fasci di luce con un nitidore quasi doloroso per lo sguardo.Oro che pioveva dappertutto intorno a lui, improvvisamente muto e con la gola che doleva per la stretta di un'emozione improvvisa. 
Proprio attorno al nome di Valance continuano a esserci molti pettegolezzi, anche perché la morte di Emelyn è quantomai sospetta. Si inizia a mormorare di un coinvolgimento proprio del Duca della Chiave e di una sua relazione con la gemella della ragazza uccisa. 
Anche i misteriosi omicidi continuano a imperversare nella Vecchia Capitale, colpendo non solo più redivive ma anche giovani fanciulle e continuando ad avere qualche riferimento alle fiabe classiche.

Axel sente moltissimo la mancanza di Eloise e comincia a non dormire bene, tormentato da strani incubi. Inoltre è molto irascibile e il suo temperamento inizia a essere troppo esagerato, destando preoccupazioni in familiari e amici.
"Axel?". Da che aveva ricordi, la prima cosa che Eloise faceva, appena sveglia, era chiamare il suo nome.
Ma lo aspetta una magnifica sorpresa: insieme al pacco spedito da casa arriva Eloise che, dietro molteplici promesse si ferma per qualche giorno nella Vecchia Capitale.
Così Axel riesce a placare almeno un po' l'inquietudine che ultimamente lo assale, godendo della compagnia della sua amata e rinsaldando il rapporto.

L'ultima sera di permanenza della ragazza vanno tutti insieme a un ballo dello Studium, presso il Collegio di Narbonne dove, complici Gilbert Morgan e Alise, la nostra coppia ha il primo vero litigio.
Non credeva sarebbe stato in grado di sopportare l'idea che Eloise fosse davvero in collera con lui: i brevi litigi che avevano avuto si erano spenti sul nascere al primo accenno di sofferenza sul volto dell'altro. 
Sto amando questa rilettura anche perché riesco a cogliere meglio diversi particolari. Ad esempio in questi capitoli vengono spiegate bene le varie Fraternitas e la vita degli scholares. Ne ho capito meglio la struttura, così come la storia e la politica. Anche se poi la parte che mi fa palpitare riguarda sempre Axel, il suo tormento e la sua passione.

Inoltre qui iniziamo a conoscere un altro personaggio che adoro, Stephen, che ci viene presentato insieme alla storia dello specchio della figlia del Cartaio, veramente suggestiva.
Tra Bryce ed Eloise c'era quel tipo di stima reciproca che la gente era solita associare a eccentrici attempati o a soggetti affetti da qualche disturbo mentale.
Ma in generale tutti i personaggi secondari sono descritti bene, io sono particolarmente colpita da Rafael, misterioso e affascinante. 

Non vedo l'ora di proseguire la lettura, questa storia mi appassiona e mi coinvolge come poche altre.
E a voi che effetto fa?


Vi lascio il calendario e vi invito se non ci siete ancora a iscrivervi al gruppo aperto di facebook dove parliamo e ci sfoghiamo insieme. 

Giovedì 16 febbraio • Capitoli 1-5 • Blog New Adult Italia
Giovedì 23 febbraio • Capitoli 6-10 • Blog La lettrice sulle nuvole
Giovedì 2 Marzo • Capitolo 11-15 • Blog New Adult Italia
Giovedì 9 Marzo • Capitolo 16-20 • Blog La lettrice sulle nuvole
Giovedì 16 Marzo • Capitoli 21-25 • Blog New Adult Italia
Giovedì 23 Marzo • Capitoli 26-30 • Blog La lettrice sulle nuvole
Giovedì 30 Marzo • Capitoli 31-35 • Blog New Adult Italia


Se invece volete sapere la mia opinione sul primo libro, L'ordine della Spada, qui c'è la mia recensione.

Aspetto le vostre impressioni su questi capitoli, alla prossima settimana sul blog di Alice!


mercoledì 22 febbraio 2017

Recensione "Prova a sfidarmi" di Rebecca Shea

Ciao a tutti, oggi vi parlo di questo libro che ha seguito l'iter dell'autopubblicazione tramite il sito Babelcube. Per me è una cosa bellissima, chissà se magari riusciremo ad avere anche qualche finale di serie interrotte...

Autrice: Rebecca Shea
Titolo: Prova a sfidarmi
Data di pubblicazione: 21 dicembre 2016
Pagine: 260
Serie: #1 Dare Me

Trama:
Cinque colleghi di lavoro.
Quattro drink.
Tre sguardi.
Due sorrisi fugaci.
Una sfida.
Una sfida che cambierà la mia vita.
Questo è tutto ciò che serve per farmi finire tra le braccia del misterioso Holt Hamilton.
Dietro ai suoi occhi azzurro chiaro si nasconde un segreto, uno che grida pericolo ma che mi attrae comunque.
Sono Saige Phillips.
Non mi tiro mai indietro davanti a una sfida.


Questo libro mi ha incuriosito da subito, è un romanzo erotico anche se ha contenuti abbastanza soft ed è molto scorrevole.


Saige è una ragazza fragile che sta cercando di costruirsi un futuro a Chicago. Dieci anni prima ha subito un forte shock e gli incubi la tormentano ancora. Ha iniziato a lavorare presso una grande azienda e prova una forte attrazione per il suo capo, Holt, e anche se sa che è sbagliato non riesce a resistergli. Complice una sfida, non riesce mai a tirarsi indietro, ottiene un appuntamento con lui e scopre che è un uomo adorabile, il suo ideale.
E' completamente diversa da come mi aspettavo. Alta e snella. Capelli scuri e carnagione chiara. Gentile e ambiziosa. Eccezionale e misteriosa. Squisita. E' la perfezione.

Per Holt il lavoro è tutto, deve riscattarsi da un'onta ereditata dal padre. O almeno lo è finché una ragazza dalle gambe lunghe non lo sfida, invitandolo a uscire. Lui sa che non dovrebbe frequentarla, ma è più forte di lui, l'attrazione fra i due è magnetica. Il suo problema è che presto quella fiamma si trasforma in qualcosa di più.

Holt Hamilton. L'uomo più sexy che abbia mai visto e il vicepresidente della Jackson-Hamilton Aviation - fondamentalmente il mio capo. Alto un metro e novanta, potrebbe essere il fratello gemello di Hanry Cavill. Con straordinari occhi azzurri e capelli scuri acconciati all'indietro, è la perfetta combinazione tra un uomo d'affare e un modello.
Sì, abbiamo la ragazzina ingenua e l'imprenditore miliardario, trito e ritrito. Ma non da per niente fastidio e soprattutto non mi è sembrato di rileggere cose già troppo viste.
Le pagine scorrono via velocemente, lo stile dell'autrice è decisamente fluido e i POV alternati fra i due protagonisti permettono di immedesimarsi bene nella storia.
"Non ti sfiderei mai a fare qualcosa che credo ti ferirebbe. Inoltre, ho imparato che hai molta difficoltà a dire di no a una sfida".
Il colpo di scena finale però è capibile dal prologo e spesso mi sono chiesta se quest'aura di mistero non fosse troppo esagerata.

I personaggi sono caratterizzati molto bene anche se ammetto che entrambi i protagonisti non mi sono stati simpatici per nulla. Saige è una ragazzina viziata, tutti le camminano intorno in punta di piedi per non urtarla e lei fa delle scenate accettabili solo dai bambini di tre anni. Si crede in diritto di offendersi per tutto solo per il suo passato; ha subito un trauma ma non è stato così pessimo in tutto. Ha parenti e amici che la amano, una casa in cui tornare e il lavoro dei suoi sogni. Un po' troppo volubile. 
Holt invece non mi è piaciuto per la troppa perfezione. So che questo è un limite mio, ma io quelli giusti, bravi, belli, buoni ecc proprio non li reggo, mi danno il prurito. A parte l'avvenenza, #quantohotèHolt è più che mai azzeccato, mi è sembrato un cucciolino indifeso. Due difettucci, anche solo caratteriali ecco, me l'avrebbero reso più godibile.
Tiro un respiro profondo e calmante, decidendo che è meglio non dire niente. A volte, non ci sono parole abbastanza adeguate per descrivere ciò che si prova. 
Invece i personaggi secondari li ho apprezzati tutti. Anche in poche righe l'autrice è riuscita a delineare personalità diverse, a modo loro tutte importanti. Li ho apprezzati tutti, Isaiah, Emery, Kinsley, Rowan, Jack, Joyce.

Un altro pregio da riconoscere all'autrice è che questo libro è autoconclusivo. Anche se viene indicato come il primo di una serie non lascia per niente in sospeso, ha una sua conclusione netta. Cosa rara soprattutto in questo genere.
Il mio corpo reagisce al suo tocco in modi che non mi sarei mai aspettata.
Ho scoperto un'autrice che mi piace molto, sicuramente se pubblicherà altro in italiano la leggerò. Un libro piacevole che, nonostante l'apparenza, si è rivelato diverso dai soliti.

Vi ispira? Cosa ne pensate degli autopubblicati?


martedì 21 febbraio 2017

Spazio al self - Prossimamente - Segnalazioni

Ciao, una passata veloce per lasciarvi qualche segnalazione...


Titolo: "Luc", primo volume della serie "Ladri del Cielo".
Autore: Elena Sole Vismara.
Genere: Paranormal Romance.
Pagine: 236.
Prezzo: 1,99€ l'ebook, 9,85€ il cartaceo.
Formato: Ebook e cartaceo.
ISBN cartaceo: ISBN-10: 1542524881 ISBN-13: 978-1542524889
ISBN ebook: 9788822885647
Data di uscita: 10/1/17
Pagina autrice: https://www.facebook.com/ElenaSoleVismara/

Trama:
"Una bella vacanza prolungata in Costa Azzurra è proprio ciò che ci vuole per riprendersi da un periodaccio: sole, spiaggia, relax… Insomma, tutto ciò che serve per mettere l'anima in pausa e cancellare dolori e delusioni!
È di questo che si è convinta Irene quando si mette al volante, diretta verso una deliziosa località turistica incastonata tra la montagna e il mare della Francia. Ed è proprio così che sembra dipanarsi il suo soggiorno marittimo, tra passeggiate panoramiche, piacevoli giornate in spiaggia e tanto meritato riposo. Diciamocelo: un po' noioso, forse, ma di sicuro disintossicante.
La sua tranquilla routine vacanziera però viene interrotta da quello che si presenta come un personaggio strano e in apparenza pericoloso, anzi: un vero e proprio sociopatico. Uno di quei tipi da cui tenersi ben lontane, ma anche un uomo dal fascino selvatico e tenebroso che sceglie di mostrare a lei, in maniera del tutto inaspettata, la propria vulnerabilità. E con essa, la sua natura così diversa da quella umana.
Attratta e allo stesso tempo consapevole del rischio che comporta l'avvicinarsi a lui, Irene scoprirà che ciò che lei chiama realtà rappresenta solo una piccola parte del mondo. In un gioco delle parti fatto di incomprensioni, gelosie e dibattiti sul limite del filosofico, si troverà a danzare sul filo sottile che separa la luce dall'oscurità, la sicurezza dal salto nel buio… la solitudine dall'amore."

Biografia: Mi presento: mi chiamo Elena Sole Vismara e sono nata in provincia di Lecco, nel marzo del 1980.
Adoro camminare in montagna, sono una kayaker più o meno entusiasta (diciamo, con una bella spinta da parte del mio compagno :D ), adoro truccarmi e soprattutto leggere, leggere leggere.
Nella vita di tutti i giorni sono un ingegnere, ma mi sono cimentata per anni nella stesura di brevi romanzi e racconti, alcuni dei quali comparsi in raccolte pubblicate a livello nazionale: “365 Storie d'amore” e “365 Racconti d'estate”, editi da Delos Books, “Ogni volta è la prima volta” edito da Marsilio per AVIS e "Macerie", edito da Les Flaneurs, i cui proventi sono devoluti alle vittime del recente sciame sismico in Abruzzo tramite la Protezione Civile.
"Luc" è il mio primo romanzo.



Autore: Ledra 
Titolo: L'inganno del cuore (Serie I Bacigalupi – Vol 2) 
Pagine: 200 
Genere: F/M - Romance 
Editore: Self-published 
Formato: ebook e cartaceo 
Uscita: 1 marzo 
Prezzo: 2,99 € 
Dove acquistarlo: Amazon, Amazon Kindle Unlimited 

SINOSSI L'INGANNO DEL CUORE 
L’amore ha da sempre spaventato i fratelli Bacigalupi e Gordiano è il più restio ad aprire il suo cuore. Quando meno se lo aspetta, però, riceve una proposta che non può rifiutare: deve sedurre la figlia di un imprenditore in cambio della realizzazione di un sogno. Che sforzo potrà mai essere per uno come lui, abituato a usare le donne e a non legarsi mai, sposarne una per affari? Eppure Clelia è diversa. La maestra di Yoga, dai gusti nel vestire più orrendi che esistano, lo affascina e attrae come nessuna. Lei sorride e lui reagisce come uno sciocco, lei lo adula e lui si ritrova a gongolare. Qualcosa non sta andando come nei suoi piani e il sentimento bussa alla porta del suo cuore sterile ormai chiuso. A peggiorare la situazione c’è anche il coinvolgimento di suo padre, l’uomo più serio e lontano dall’emotività che lui abbia mai conosciuto, con la buffa zia di Clelia, Annelisa. Non gli rimane che una scelta, quella di scappare. Ma sarà abbastanza veloce per non farsi accalappiare da lei? Oppure è ormai troppo tardi? 
Il secondo romanzo della serie Bacigalupi, i bei fratelli che fanno sorridere e sospirare con le loro avventure sentimentali. 
*********************************************************************************
L’ Autrice :
Con Delos Digital ha pubblicato il racconto Il Ladro per la collana Senza Sfumature, l’antologia I colori dell’eros nella collana Odissea Digital e L’abete perfetto e Il bigamo per la collana Passioni romantiche. 
Con Alcheringa edizioni è uscito sia in cartaceo che in ebook Foulard e... vecchi merletti. 
Nella Dreams collection è contenuto Strage di cuori, crossover della serie I Piloti di cui Puzzle di cuori è il primo volume. 
Un regalo speciale è una novella crossover tra le due serie dell'autrice.
Con lo pseudonimo Ledra Loi ha scritto, a quattro mani, Il cielo è sempre più rosa collana Youfeel Rizzoli. Alcuni suoi racconti sono comparsi in riviste, antologie e blog. 
Pagina Autore fb: https://www.facebook.com/I-libri-di-Ledra-774883469311940/?fref=ts