venerdì 22 novembre 2019

Recensione "Il richiamo delle spade" - Review tour "La prima legge. La trilogia" di Joe Abercrombie

Buongiorno, finalmente riesco a parlarvi anche io di questo libro e di questo autore, che stazionavano nella mia lista da diverso tempo.


Ringrazio ancora tanto Ylenia per l'organizzazione e la casa editrice Mondadori per la copia in anteprima (oltre che per la riedizione che mi ha permesso finalmente di recuperarlo).

La trilogia è racchiusa in un libro, edizione Titan. Essendo però tre corposi libri, il tour avrà tre recensioni differenti, una a settimana.
Oggi vi parlo del primo, Il richiamo delle spade.

Autore: Joe Abercrombie
Titolo: La prima legge. La trilogia
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 19 novembre 2019
Pagine: 1152 (in edizione Titan, impaginate doppie)

Trama:
LOGEN NOVEDITA È UN GUERRIERO IN FUGA dal Nord di cui è stato il campione idolatrato tanto dai nemici che lo vorrebbero morto come dagli amici che farebbero meglio a crederlo tale. Perché dentro di lui si annida il Sanguinario, un'ombra per cui orrore, fuoco e morte sono un banchetto al quale invitare tutto e tutti. Glokta l'Inquisitore trascina il proprio corpo torturato nei palazzi del potere, investigando su una cospirazione in grado di ribaltare l'ordine costituito. Il giovane Jezal dan Luthar, che forse si accontenterebbe della propria bellezza, sfacciataggine e abilità nella scherma, scoprirà che qualcuno nutre grandi e pericolosi progetti per lui. Il Maggiore West deve lottare contro la propria sorella, l'idiozia delle gerarchie militari, e la costante feroce emicrania. Nelle vene della misteriosa e intrattabile Ferro Maljinn scorre sangue di demone, e una sete di vendetta che minaccia di travolgere un Impero. I loro cammini sono destinati a incrociarsi nella guerra che chiude le sue fauci sull'Unione da Nord a Sud, mentre alle ombre del passato e ai sortilegi si sommano le nuove, devastanti forze dell'oro e della tecnologia. Con questo grandioso affresco, ricco di pathos e umorismo nero, che comprende rovine ciclopiche e bettole, schermaglie politiche e duelli brutali in un cerchio di scudi, mercenari e prostitute, regine e banchieri, Joe Abercrombie ha portato il fantasy verso nuovi confini, capaci di fondere J.R.R. Tolkien e i noir americani, il realismo di G.R.R. Martin e l'ironia citazionista di Tarantino. Un pilastro della narrativa fantastica contemporanea, dopo il quale niente è stato più come prima.

giovedì 21 novembre 2019

Recensione "Warrior. La vendetta del guerriero" di Antonio Lanzetta - Tu leggi? Io scelgo!

Buongiorno lettori, oggi è il mio turno per questa rubrica, che adoro sempre di più, nata da un'idea di Rosaria.


La rubrica, a cadenza mensile, consiste nel leggere un libro recensito da un altro blog partecipante

L'ordine di scelta è casuale, abbiamo usato random.org e questa volta mi è capitata proprio Rosaria (la sua recensione qui), del blog Niente di personale.
Guardando le sue recensioni ho scelto questo libro, tra i molti titoli che avrei voluto, soprattutto perché l'ho acquistato insieme a lei, all'ultimo Salone del libro.

Autore: Antonio Lanzetta
Titolo: Warrior. La vendetta del guerriero
Editore: La Corte Editore
Data di pubblicazione: 28 febbraio 2014
Pagine: 240

Trama:
Darius ha perso tutto.La sua terra, Andurian, è caduta sotto la dominazione dell’Impero di Caio Settimo, sua madre è stata messa al rogo per aver guidato la resistenza e sua moglie e suo figlio sono state vittime di uno spaventoso incidente.Così, in un mondo postmoderno soggiogato da un regime sanguinario che unisce tecnologie avanzate e schiavismo e nel quale gli umani si sono evoluti in nuove razze, Darius, ridotto in catene, si troverà costretto a combattere per puro spettacolo nelle arene di Xendria.Ma quando non sembra esserci più speranza e il destino di tutta l’umanità pare ormai segnato, Darius troverà la forza per ribellarsi e, insieme ad alleati inaspettati, cercherà di trovare un modo per realizzare quella che sembra un’impresa impossibile: vendicarsi di Caio Settimo e liberare il mondo dalla sua tirannia.Un romanzo adrenalinico che vi farà vivere un’avventura indimenticabile e che vi farà sentire partecipi della battaglia più importante di tutte: quella per la libertà. 

martedì 19 novembre 2019

"La regina del Nord" di Rebecca Ross - Intervista con le vamp... blogger #37

Buongiorno, puntualissime come ogni 19 tornano le vamp... blogger!



La rubrica ha cadenza mensile, il 19 e ogni mese risponderemo alle medesime domande, cambierà solo la lettura che potrete scegliere voi fra quelle proposte nel sondaggio in basso.


Rubrica ideata e gestita da me e la mia socia Dolci del blog Le mie ossessioni librose, a cui si sono aggiunte Manuela del blog Letture a pois, Chicca del blog Librintavola e Erica del blog Libri al caffè

Il libro vincitore stavolta è un fantasy (questo è il periodo) che ho in lista da quando è uscito, primo di una dilogia il cui seguito è uscito da poco.

Autrice: Rebecca Ross
Titolo: La regina del Nord
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 16 ottobre 2018
Pagine: 370
Serie: #1 The Queen's Rising

Trama:
Regno di Valenia, 1566 Sono passati sette anni dall'arrivo di Brianna nella prestigiosa Magnalia, la scuola per giovani prescelte che ambiscono a perfezionare la propria vocazione ed essere adottate da un patrono. Brianna però è l'unica allieva a non aver mai mostrato doti particolari e, se non fosse stato per l'enigmatico maestro Cartier, non avrebbe trovato la sua vocazione tra Arte, Musica, Teatro, Eloquenza e Sapienza. Ma alla cerimonia finale, il peggior timore della ragazza diventa realtà, e Brianna rimane l'unica senza un patrono. Ancora non sa che dietro allo spiacevole imprevisto si cela la sua più grande fortuna. Lo scoprirà solo quando un misterioso nobile - troppo esperto con la spada per essere un semplice protettore - la sceglierà. Brianna si troverà allora dentro un vortice di intrighi e piani segreti per rovesciare il re e ripristinare sul trono l'antica legittima monarchia, tutta femminile. Perché ci fu un tempo in cui sul Nord regnavano le regine. Ed è ora che quel tempo ritorni. 

L'intervista

domenica 17 novembre 2019

L'angolo vintage 2.0 - Recensione "Vorrei che fosse amore" di Julie Buxbaum e recensione di Ludovica "La donna perfetta" di Amabile Giusti

Buongiorno lettori, torna puntuale questa rubrica inventata da me che è stata rivista e alla quale si sono aggiunte compagne di viaggio, compresa Ludovica a cui presto questo spazio. L'idea sembra piaciuta (ha pure dato spunto ad altri), ne sono veramente felice, questo mese potrete trovarla anche sui blog: La nostra passione non muore ma cambia colore, Le mie ossessioni librose

In cosa consiste la rubrica? Anche se la qualcuno pensa che a noi blogger i libri vengano sempre e solo regalati vi assicuro che non è così, noi ne compriamo e pure tanti! Se poi si è un po' compulsivi, tipo me e le mie socie, ci si ritrova ad avere intere pile di arretrati da leggere.
Quindi ogni mese sceglierò (magari facendomi aiutare con qualche sondaggio sui social) un libro comprato da un po' e non ancora letto e lo recensirò. Sarò in compagnia e pubblicherò ogni 17 del mese.


Per questo mese ho scelto questo libro (ho sfruttato la cover per una challenge).

Autrice: Julie Buxbaum
Titolo: Vorrei che fosse amore
Editore: Piemme
Data di pubblicazione: 21 settembre 2010
Pagine: 316

Trama:
Sulla carta, la vita di Emily Haxby è perfetta. A soli ventinove anni è un avvocato di successo in uno dei più grossi studi legali di New York, vive in un loft nel Village e ha un fidanzato stupendo, Andrew. E dire che, due anni prima, quando aveva acconsentito ad andare a un temibilissimo appuntamento al buio organizzato da amici, Emily non aveva alcun desiderio di innamorarsi. I flirt non le erano mai mancati e fino a quel momento si era convinta di poter bastare a se stessa; fino a quel momento, perché dopo aver conosciuto quel ragazzo simpatico e brillante, bello ma non in modo terrorizzante, le sue prospettive erano decisamente cambiate. Quando però, dopo mesi di puro amore, sesso e complicità, Andrew è sul punto di farle la fatidica domanda, l'incanto si spezza. Emily non si sente pronta e si convince che quel passo equivalga a dire addio alla felicità. Perché niente dura in eterno, neppure i legami più forti: una dura verità che ha imparato a proprie spese da giovanissima, alla morte della madre. Così, in preda all'ansia, in una giornata di pioggia Emily pone fine alla storia più importante della sua vita.

sabato 16 novembre 2019

Segnalazione "Un cowboy tra i Bluebonnet" di Emma Black

Buongiorno, oggi vi propongo una segnalazione. Non ne faccio molte, non su richiesta, ma a questo libro tengo particolarmente e quindi ecco qui

Autore: Emma Black
Titolo: Un cowboy tra i Bluebonnet
Serie: Bluebonnet vol. 2
Genere: Rosa
Data di pubblicazione: 28 novembre
Prezzo: ebook € 2,99 – cartaceo a seguire

TRAMA


Robert è pazzo di Natalie.
Lo è dalla prima volta in cui l’ha incontrata, quando lei aveva briciole di uno stuzzichino intorno alla bocca, sul mento, sul seno… Ah, quel seno! Sì, Robert è decisamente innamorato di Natalie ma lei è sfuggente, scostante. Si dedica solo al lavoro, come se evitare di avere una relazione con lui sia lo scopo della sua vita.
Robert, però, non sa che Natalie nasconde un segreto enorme, di cui si vergogna e che rischia di scoppiare come una bomba, quando un suo ex ricompare all’improvviso nella sua vita…
La dolcezza di Robert sarà sufficiente a salvarla?
La forza di Natalie riuscirà a emergere?
E cosa nasconde Felicia, che tutti continuano a guardare con sospetto?
Niente è come sembra e tutto può accadere, quando il vero amore è in pericolo.

Cosa vuoi che ti dica #45

Buongiorno lettori, oggi l'appuntamento è con questa rubrica nata da una mia idea in collaborazione con Dolci Le mie ossessioni librose, Chicca Librintavola, Erica Libri al caffè e Manuela Letture a pois.




La rubrica avrà cadenza bisettimanale e vi verrà consigliato un libro dell'argomento scelto da voi tramite sondaggio, qui in basso sul blog e in pagina facebook.

L'argomento che ha vinto il sondaggio è:


venerdì 15 novembre 2019

Recensione in anteprima "L'ultimo bacio" di Bianca Marconero - Bianca's Ultras

Eccoci qui, chi come me ha fatto il conto alla rovescia per poter leggere questo libro? Come per il precedente, Le nostre prime sette volte, la mia adorata Rory Maria Cristina mi ha coinvolta in questo progetto, un regalo per noi lettori oltre che un omaggio a Bianca. Infatti stavolta potrete trovare sui blog partecipanti sei segnalibri che abbiamo fatto realizzare per voi da due abili grafiche, Denise Aronica e Clarissa di Words of Books. Grazie ancora ragazze, siete state meravigliose.



Il libro:
Autrice: Bianca Marconero
Titolo: L'ultimo bacio
Editore: Self
Data di pubblicazione: 15/11/2019
Pagine: 374
Serie: La storia di Alex e Alice Vol.2

Trama:
 «È una contraddizione in termini, Alice. Un bacio tra di noi non potrà mai esserel’ultimo».
Alex e Alice non lavorano più insieme. Dopo l’ultimo licenziamento, le loro strade si sono divise.
Sono trascorsi nove mesi e Alice tenta di tenere insieme i pezzi della sua vita, si barcamena tra mille lavori e cerca di andare avanti. Ma pensa ancora ad Alessandro. Sono trascorsi nove mesi e Alessandro ha preso le redini del progetto internazionale del
Gruppo Francalanza Visconti, dirige la nuova sede di Parigi e ha una relazione stabile con Carlotta, una ricca ereditiera indicata da tutti come la sua compagna ideale. Ma pensa sempre ad Alice.
Sono trascorsi nove mesi e tutto è pronto per il matrimonio di Emilia e Fosco, la location è stata scelta, gli inviti mandati e la chiesa addobbata. Sono trascorsi nove mesi e per Alex e Alice, entrambi testimoni degli sposi, è venuto il momento di rivedersi. Nella cornice da sogno di un antico monastero sul lago di Como, tra balli mancati e un duello di sguardi, si delinea un accordo imprevisto: scambiarsi un ultimo bacio e poi ognuno andrà per la sua strada.
Ma un bacio tra due persone che si vogliono ancora, nonostante proclamino di non volersi affatto, non potrà mai essere l’ultimo. Soprattutto se il destino trama e li porta a lavorare per l’ennesima volta uno accanto all’altra nella città più romantica del mondo.
Ma è davvero possibile capirsi, quando il passato minaccia di tornare? E come si può trovare il perdono quando emerge un segreto in grado di separarli per sempre?Tra una salita sulla butte di Montmartre una passeggiata ai giardini del Lussemburgo, tra serate all’Opéra Garnier e shopping sulla rive gauche, Alex e Alice avranno la loro occasione per scoprire il vero significato dell’ultimo bacio.
Il capitolo conclusivo della storia di Alex e Alice
 
Priva di spoiler (anche senza aver ancora letto il precedente)

Questa volta leggo - Recensione di Ludovica di "Fiori sopra l'inferno" di Ilaria Tuti

Buongiorno, è il turno di Ludovica in questa rubrica, nata da una mia idea, in collaborazione con Dolci



Ogni mese verrà scelto un argomento e troverete le recensioni sui vari blog partecipanti. Ognuno quindi avrà un titolo diverso, sarà una specie di catena di recensioni, tutte con un comun denominatore.

L'argomento di novembre è

Un libro thriller

Ha scelto questo titolo:
Autrice: Ilaria Tuti
Titolo: Fiori sopra l'inferno
Editore: Longanesi
Data di pubblicazione: 4 gennaio 2018
Pagine: 366

Trama:
«Tra i boschi e le pareti rocciose a strapiombo, giù nell'orrido che conduce al torrente, tra le pozze d'acqua smeraldo che profuma di ghiaccio, qualcosa si nasconde. Me lo dicono le tracce di sangue, me lo dice l'esperienza: è successo, ma potrebbe risuccedere. Questo è solo l'inizio. Qualcosa di sconvolgente è accaduto, tra queste montagne. Qualcosa che richiede tutta la mia abilità investigativa. Sono un commissario di polizia specializzato in profiling, e ogni giorno cammino sopra l'inferno. Non è la pistola, non è la divisa: è la mia mente la vera arma. Ma proprio lei mi sta tradendo. Non il corpo acciaccato dall'età che avanza, non il mio cuore tormentato. La mia lucidità è a rischio, e questo significa che lo è anche l'indagine. Mi chiamo Teresa Battaglia, ho un segreto che non oso confessare nemmeno a me stessa, e per la prima volta nella vita ho paura». 

mercoledì 13 novembre 2019

Recensione "Tutto il blu che parla di noi" di Naike Ror

Autrice: Naike Ror
Titolo: Tutto il blu che parla di noi
Editore: Amazon Publishing
Data di pubblicazione: 15 ottobre 2019
Pagine: 365
Serie: I colori dell'amore Vol.1

Trama:
Una ragazza giovane e insicura, un uomo freddo e deciso, una passione travolgente e rischiosa
La giovane e bella Faith Howard Moore ha una grande passione: la pittura. Dipinge con le dita, usa sempre il blu e solo di fronte a una tela riesce a sentirsi libera e felice. La sua famiglia, tuttavia, ha ben altri piani per lei. Gli Howard Moore sono una celebre dinastia di diplomatici statunitensi, che non può permetterle di perdersi tra vernici e scarabocchi. Così Faith viene spedita a Parigi per uno stage presso l’ambasciata americana, dove dovrà prepararsi allo studio delle scienze politiche.
Parigi, però, è anche la città dei grandi musei, degli artisti bohémien e soprattutto... la città dell’amore. All’ambasciata, infatti, lavora Terence Fareed Wilkinson, un ricco affarista metà americano e metà persiano. Fisico mozzafiato, occhi di smeraldo, anche lui è un pittore e un amante dell’arte. Ed ecco che scatta implacabile il colpo di fulmine.
Ma se Faith nascondesse a Fareed di essere l’erede dei famosi Howard Moore? E se anche lui celasse un segreto tanto oscuro da poter allontanare Faith?