sabato 20 ottobre 2018

Cosa vuoi che ti dica #24

Ciao a tutti, nuova puntata per la rubrica nata in collaborazione con Dolci Le mie ossessioni librose, Chicca Librintavola e Erica Libri al caffè e Manuela Letture a pois




La rubrica avrà cadenza bisettimanale e vi verrà consigliato un libro dell'argomento scelto da voi tramite sondaggio, qui in basso sul blog e in pagina facebook.

L'argomento che ha vinto il sondaggio è:

venerdì 19 ottobre 2018

"Tuo, Simon" di Becky Albertalli - Intervista con le vamp... blogger - #24

Buongiorno, puntualissime come ogni 19 tornano le vamp... blogger!


La rubrica ha cadenza mensile, il 19 e ogni mese risponderemo alle medesime domande, cambierà solo la lettura che potrete scegliere voi fra quelle proposte nel sondaggio in basso.

Rubrica ideata e gestita da me e la mia socia Dolci del blog Le mie ossessioni librose, a cui si è aggiunta Manuela (La Menna) del blog Letture a pois.

Oggi tocca a un libro di cui è uscita da poco la trasposizione cinematografica (che io non ho ancora visto). Avevo questo titolo in WL da prima del film e approfittando di un'offerta ho comprato l'ebook. Ero curiosissima e con aspettative alle stelle, visti tutti i pareri positivi ricevuti. Di nuovo pecora nera stavolta, perché, nonostante le tematiche molto gradite, il libro non mi è piaciuto.

Autrice: Becky Albertalli
Titolo: Tuo, Simon (Non so chi sei ma io sono qui)
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 4 ottobre 2016
Pagine: 252

Trama:
Simon ha diciassette anni e un amore segreto per Blu, un ragazzo conosciuto on line con cui intrattiene un'intensa, tenera corrispondenza. Il loro rapporto è al sicuro finchè un email finisce in mani sbagliate: quelle di Martin, il bullo della scuola, che oraminaccia di rivelare a tutti lo scoop dell'anno... a meno che Simon non l'aiuti a conquistare Abby, la ragazza di cui è innamorato ma che non lo degna di uno sguardo. Per proteggere il suo amore, Simon dovrà affrontare per la prima volta la paura di uscire dal guscio che ha costruito intorno a sé, trovando il coraggio di rinunciare alle proprie sicurezze per fare spazio alla bellezza e alla libertà di essere se stessi. Email dopo email, il sentimento per Blu cresce, e così la voglia di conoscersi e far conoscere agli altri chi è davvero.

L'intervista

mercoledì 17 ottobre 2018

Recensione "Sei il mio sole anche di notte" - L'angolo vintage 2.0

Buongiorno lettori, secondo mese per questa rubrica inventata da me che è stata rivista e alla quale si sono aggiunte compagne di viaggio. L'idea sembra piaciuta, ne sono veramente felice, e questo mese potrete trovarla anche sui blog: Le mie ossessioni libroseLibrintavolaLetture a poisLibri al caffèLe trame del destinoI miei magici mondiIl regno dei libriMade for books.


In cosa consiste la rubrica? Anche se la qualcuno pensa che a noi blogger i libri vengano sempre e solo regalati vi assicuro che non è così, noi ne compriamo e pure tanti! Se poi si è un po' compulsivi, tipo me e le mie socie, ci si ritrova ad avere intere pile di arretrati da leggere.
Quindi ogni mese sceglierò (magari facendomi aiutare con qualche sondaggio sui social) un libro comprato da un po' e non ancora letto e lo recensirò. Sarò in compagnia e pubblicherò ogni 17 del mese.


Questo mese i sondaggi (fatti sulla pagina facebook e nelle stories di instagram) hanno decretato come vincitore questo libro, che ho comprato il 30 marzo 2015 (con Amazon è facile verificare la data di acquisto). Direi che aveva aspettato abbastanza.

Autrice: Amy Harmon
Titolo: Sei il mio sole anche di notte
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 19 marzo 2015
Pagine: 351

Trama:
Ambrose Young è bellissimo, alto, muscoloso, con lunghi capelli che gli arrivano alle spalle e uno sguardo che brucia di desiderio. Ma è davvero troppo per una come Fern Taylor. Lui è perfetto, il classico protagonista di quei romanzi d’amore che Fern ha sempre adorato leggere. E lei sa bene di non poter essere all’altezza di un ragazzo del genere… Ma la vita a volte prende pieghe inattese. Partito per la guerra dalla piccola cittadina di provincia in cui i due giovani sono cresciuti, Ambrose tornerà trasformato dalla sua esperienza in prima linea: è sfigurato nei lineamenti e profondamente ferito nell’anima. Fern riuscirà ad amarlo anche se non è più bello come prima? Sarà in grado di conquistarlo? Saprà curarlo e ridargli la fiducia in sé? Versione moderna de La bella e la bestia, il nuovo romanzo di Amy Harmon – dopo il grande successo di I cento colori del blu – ci dimostra che in ognuno di noi convivono una parte mostruosa e una meravigliosa creatura e che solo l’amore può essere capace di farle andare d’accordo.

lunedì 15 ottobre 2018

Recensione "In fuga da te" di Jennifer Armentrout

Autrice: Jennifer L.Armentrout
Titolo: In fuga da te
Editore: Nord
Data di pubblicazione: 4 ottobre 2018
Pagine: 346
Serie: #3 Wicked

Trama:
È stata rapita, è stata torturata, è stata costretta a tradire le persone che ama. Adesso, Ivy Morgan vuole solo dimenticare. Eppure più passano i giorni, più lei ha l'impressione che quella terribile esperienza non le abbia lasciato solo incubi e cicatrici. C'è come una forza oscura che si muove dentro di lei, un Male che diventa sempre più forte e che Ivy teme possa prendere il sopravvento… Ren Owens ha fatto di tutto per Ivy: ha mentito all'Ordine, disertato la sua missione, ucciso chiunque avesse scoperto il loro segreto. E per poco non l'ha persa. Adesso lui e Ivy devono affrontare la prova più grande: trovare il modo per chiudere i portali che collegano il nostro mondo con quello dei fae e sconfiggere il Principe una volta per tutte. Tuttavia ben presto si renderanno conto che ciò che pensavano di sapere sul Principe, sull'Ordine e persino su loro stessi non è altro che una copertura. Soli, senza più nessuno di cui potersi fidare, Ivy e Ren saranno costretti a scendere a patti col loro peggiore nemico pur di salvare l'umanità intera…



sabato 13 ottobre 2018

Lettura di gruppo "La Chimera di Praga" di Laini Taylor - Recensioni

Buongiorno, oggi anzi ieri ma la programmazione mi ha fregata si conclude il gruppo di lettura del primo capitolo di questa serie, La Chimera di Praga. Per me rilettura e in generale molto sentita e sofferta, mi è piaciuto tantissimo rileggerlo in compagnia, è stato molto più interessante.


Post di presentazione qui e post di Ludovica qui

Il libro:

Autrice: Laini Taylor
Titolo: La Chimera di Praga
Editore: Fazi Editore (Lain)
Data di pubblicazione: 3 maggio 2012
Pagine: 394
Serie: #1 La saga della Chimera di Praga

Trama:
Karou ha diciassette anni, è una studentessa d’arte e per le strade di Praga, la città in cui vive, non passa inosservata: i suoi capelli sono di un naturale blu elettrico, la sua pelle è ricoperta da un’intrigante filigrana di tatuaggi, parla più di venti lingue e riempie il suo album da disegno di assurde storie di mostri. Spesso scompare per giorni, ma nessuno sospetta che quelle assenze nascondano un oscuro segreto. Figlia adottiva di Sulphurus, il demone chimera, la ragazza attraversa porte magiche disseminate per il mondo per scovare i macabri ingredienti dei riti di Sulphurus: i denti di ogni razza umana e animale.
Ma quando Karou scorge il nero marchio di una mano impresso su una di quelle porte, comprende che qualcosa di enorme e pericoloso sta accadendo e che tutto il suo universo, scisso tra l’esistenza umana e quella tra le chimere, è minacciato. Ciò che si sta scatenando è il culmine di una guerra millenaria tra gli angeli, esseri perfetti ma senz’anima, e le chimere, creature orride e grottesche solo nell’aspetto esteriore; è il conflitto tra le figure principi del mito cristiano e quelle dell’immaginario pagano. Nel disperato tentativo di aiutare la sua “famiglia”, Karou si scontra con la terribile bellezza di Akiva, il serafino che per amore le risparmierà la vita.

Con questo libro unico, già finalista al National Book Award, tra i più alti riconoscimenti letterari negli USA, e acclamato dalla critica più esigente, Laini Taylor tesse un raffinato modern fantasy permeato dalle intriganti atmosfere praghesi e dalla tradizione mitologica del mondo classico, in cui la ricerca della natura interiore s’accompagna alla scoperta del vero, ma sempre contrastato amore.

venerdì 12 ottobre 2018

Recensione "Acqua Passata" di Valeria Corciolani - Questa volta leggo #8

Buongiorno, oggi è tempo di tornare a questa rubrica, che amo tantissimo, nata da un'idea di  Dolci e Laura e mia.


Ogni mese verrà scelto un argomento e troverete le recensioni sui vari blog partecipanti. Ognuno quindi avrà un titolo diverso, sarà una specie di catena di recensioni, tutte con un comun denominatore.

L'argomento di settembre è

Libro con la copertina blu

Avevo scelto un altro titolo ma poi per una challenge che seguo mi servivano caratteristiche particolari così all'ultimo la mia scelta ha virato su questo.
Ho visto la presentazione, quindi conosciuto l'autrice, a Tempo di libri quest'anno. Mi aveva fatto un'ottima impressione così ho preso il libro, con annessa dedica.

Autrice: Valeria Corciolani
Titolo: Acqua Passata
Editore: Amazon Publishing
Data di pubblicazione: 18 aprile 2017
Pagine: 332
Serie: La colf e l'ispettore Vol.1

Trama:
Una colf dai fianchi robusti e dalla mente sottile capace di leggere la realtà più lucidamente di Sherlock Holmes.
Chiavari. In un vicolo della placida cittadina ligure, uno sconosciuto viene rinvenuto in fin di vita. Poche ore dopo, Alma Boero, quarantenne dallo sguardo acuto, poche parole e selvatica fierezza, trova il cadavere di una giovane editor nel palazzo dove lavora come colf.
A indagare sui casi è l’ispettore Jules Rosset, che resta presto folgorato dalle intuizioni della giunonica colf e dalla sua capacità di fotografare le persone scandagliandole attraverso le loro abitudini, la loro spazzatura, il loro modo di sistemare i calzini e dalle piccole e grandi manie che ogni essere umano custodisce gelosamente.
Quando alle indagini si aggiunge un nuovo mistero, Rosset capisce di avere per le mani uno strumento impareggiabile per sbrogliare la matassa di quegli eventi all’apparenza slegati tra loro e per evitare le reticenze investigative del questore: una colf insospettabile, discreta e affidabile, che può infilarsi nelle pieghe più intime delle vite altrui. Ma Alma – quattro figli, una suocera e un ex marito – è uno strumento tutt’altro che facile da usare.

giovedì 11 ottobre 2018

Recensione "Il sangue degli elfi" di Andrzej Sapkwoski - Purché sia di serie #1

Soffro di insonnia e per rilassarmi penso molto a letture e blog. Quindi i miei cricetini del cervello (cit. di Dolci) spesso fanno straordinari e recentemente ho avuto un’ispirazione per una nuova rubrica.
Sulla scia de L’angolo vintage, che come idea è piaciuta, ho pensato alle millemile serie che ho di iniziate. Ebbene sì signori, sono una lettrice seriale, che ama iniziare nuove serie ma che spesso poi tentenna nel finirle, vuoi per mancanza di tempo o nuove uscite golose, vuoi perché non mi applico abbastanza.
Ho quindi pensato che se mi pongo un obiettivo mensile, per dire una rubrica, in cui mi obbligo a proseguire una serie cominciata di sicuro qualcosa smaltisco (e posso iniziarne alle mille senza sentirmi troppo in colpa)



La rubrica quindi consiste nel leggere mensilmente un libro appartenente a una serie cominciata (quindi non il primo) e di parlarne sul blog, però con una recensione speciale in questo caso.
Infatti per invogliarmi ho pensato di cambiare un pochino il metodo, avvisando prima. Farò una cosa che normalmente aborro, cioè farò spoiler, sulla serie e sul libro letto. Più un delirio da fangirl, che richiama perciò i gruppi di lettura sui social, che una recensione vera e propria.

Vi piace come idea? Ovviamente non potevo buttarmi in questa impresa da sola ma ho esteso l’invito anche alle mie socie Dolci, Chicca, Erica.

Appuntamento fisso quindi ogni 11 del mese per parlare di serie.

Come prima volta ho voluto iniziare dallo Strigo, che tanto amo, ma è stato più forte di me, la recensione è priva di spoiler. Mi applicherò meglio la prossima volta.


Autore: Andrzej Sapkwoski

Titolo: Il sangue degli elfi
Editore: Nord
Data di pubblicazione: 23 febbraio 2012
Pagine:393
Saga: La saga di Geralt di Rivia Vol.3

Trama:
Il regno di Cintra è caduto. Dopo quattro giorni d'assedio, le truppe di Nilfgaard irrompono nel castello e massacrano l'intera famiglia reale. La principessa Ciri è l'unica che riesce a fuggire ma, all'improvviso, un cavaliere nemico le si para davanti e avanza minaccioso, brandendo un pugnale insanguinato... Ciri non ricorda cosa sia successo. Sa solo che ora è sana e salva, protetta dalla spada di Geralt di Rivia e dalle possenti mura di Kaer Morhen, la fortezza in cui si addestrano i giovani strighi, gli assassini di mostri. Anche Ciri vorrebbe diventare una di loro, così, se tornasse il cavaliere di Nilfgaard, lei non avrebbe più paura, anzi sarebbe pronta a combattere. Una sera, però, al termine di un'estenuante giornata di allenamento, la ragazza dimostra di possedere straordinarie capacità psichiche, così dirompenti da non lasciare adito a dubbi: è lei la Fiamma di Cintra di cui parlano le profezie, la forza che salverà i popoli del mondo dalla rovina. Il suo destino è quindi segnato: deve partire subito per Ellander, dove una maga le insegnerà a controllare quell'immenso potere. Tuttavia, durante il viaggio, Ciri e Geralt dovranno stare molto attenti. Perché un sicario è già sulle loro tracce, disposto a tutto pur di eliminare la Fiamma di Cintra e scatenare il caos...






Recensione spoiler free

martedì 9 ottobre 2018

Recensione "Figli di sangue e ossa" di Tomi Adeyemi

Autrice: Tomi Adeyemi
Titolo: Figli di sangue e ossa
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 2 ottobre 2018
Pagine:552
Serie: Legacy of Orisha #1

Trama:
Un tempo i maji, dalla pelle d'ebano e i capelli candidi, erano una stirpe venerata nelle lussureggianti terre di Orïsha. Ma non appena il loro legame con gli dei si spezzò e la magia scomparve, lo spietato re Saran ne approfittò per trucidarli. Zélie, che non dimentica la notte in cui vide le guardie di palazzo impiccare sua madre a un albero del giardino, ora sente giunto il momento di rivendicare l'eredità degli antenati. Al suo fianco c'è il fratello Tzain, pronto a tutto pur di proteggerla, e quando la loro strada incrocia quella dei figli del re si produce una strana alchimia tra loro. Ha inizio così un viaggio epico per cercare di riconquistare la magia, attraverso una terra stupefacente e pericolosa, dove si aggirano le leopardere delle nevi e dove gli spiriti vendicatori sono in agguato nell'acqua. Un'esperienza umana che non risparmia nessuno, in un turbine di amore e tradimento, violenza e coraggio. Nella speranza di ridare voce a un popolo che era stato messo a tacere.

lunedì 8 ottobre 2018

Recensione "Invictus" di Ryan Graudin

Buongiorno lettori, scusatemi già subito per la recensione di oggi, ma ho bisogno di sfogarmi.

Autrice: Ryan Graudin
Titolo: Invictus
Editore: Mondadori (Chrysalide)
Data di pubblicazione: 18 settembre 2018
Pagine: 370

Trama:
Voglio incontrare la storia faccia a faccia. Voglio essere il sangue che le scorre nelle vene, come la storia scorre nelle mie. Farway Gaius McCarthy non è un ragazzo come gli altri. Tutti lo considerano uno strano prodigio. Figlio di una viaggiatrice del tempo del 2354 d.C. e di un gladiatore dell'Antica Roma, la sua esistenza è un evento straordinario che al contempo distorce e infrange le leggi della natura. Perché Far è nato fuori dal tempo.
Ostinato, inquieto, dall'animo indomabile, il ragazzo fin da bambino ha un unico incontenibile desiderio: vivere l'esperienza frastornante di tuffarsi in epoche sempre diverse e provare quel miscuglio di vertigine, shock e déja-vu che solo incontrare la storia faccia a faccia può dare. Per questo studia per seguire le orme materne e diventare un documentatore, un viaggiatore del tempo che, per conto del governo, viene spedito nelle epoche passate a osservare e registrare gli eventi storici.
Subito dopo aver fallito, inspiegabilmente, l'esame finale del corso, Far viene contattato da un trafficante di opere d'arte che gli offre la possibilità di continuare a inseguire il suo sogno. Il ragazzo avrà a disposizione una macchina del tempo e, davanti a sé, secoli e secoli da esplorare. In cambio però dovrà mettere in piedi una squadra con la quale viaggiare clandestinamente di epoca in epoca per rubare oggetti e manufatti preziosi.
Un anno dopo, durante l'ennesima missione, dopo essere rimbalzati dall'Europa nazista all'America selvaggia di Davy Crockett al Vaticano michelangiolesco, Far e la sua squadra incappano in Eliot, una solitaria ragazza dalla pelle chiarissima e dalle origini misteriose che metterà in discussione l'esistenza stessa del ragazzo e di lì a poco trascinerà lui e i suoi amici in una missione pericolosissima nell'Antica Roma, dove la storia di Far ha avuto inizio. Una corsa disperata contro il tempo per impedire che il mondo si spenga. E con esso qualsiasi speranza per il futuro.

sabato 6 ottobre 2018

Cosa vuoi che ti dica #23

Ciao a tutti, nuova puntata per la rubrica nata in collaborazione con Dolci Le mie ossessioni librose, Chicca Librintavola e Erica Libri al caffè e Manuela Letture a pois




La rubrica avrà cadenza bisettimanale e vi verrà consigliato un libro dell'argomento scelto da voi tramite sondaggio, qui in basso sul blog e in pagina facebook.

L'argomento che ha vinto il sondaggio è:

venerdì 5 ottobre 2018

Book Tag - È finalmente autunno

Ciao lettori, oggi per cambiare un po' vi propongo un book tag. Mi piacciono, li leggo sempre negli altri blog ma li faccio poco, anche quando mi taggano,chissà poi perché.
Questa volta EricaDolci e Menna mi hanno coinvolta e così eccomi qua. (cliccando sul nome potrete leggere le loro scelte).

È FINALMENTE AUTUNNO BOOK TAG


1. In autunno l'aria è fresca e croccante: un libro con un'ambientazione molto vivida.

giovedì 4 ottobre 2018

I pensierini - Settembre

Buongiorno lettori, pronti a leggere i miei commenti ai libri non recensiti di settembre? Ecco qua





"Black moon. L'abbraccio della notte" di Keri Arthur
Prosegue la rilettura di questa serie e siamo arrivati al titolo che più temevo, quello che meno mi era piaciuto la prima volta. Il perché è individuabile nell'assenza di Quinn. Si sente proprio la sua mancanza anche perché le sue interazioni con Riley non sono compensabili con quelle di Kellen, non è per niente paragonabile.
Riley rimane un personaggio straordinario, l'adoro sempre ogni volta di più e la trama è corposa e ben strutturata.
Ho adorato in realtà rileggere questo libro perché so cosa accadrà e quindi mi sono goduta i riferimenti e i piccoli accenni che costellano la narrazione.
Sono impaziente di continuare, anche perché Quinn è mancato davvero troppo.
Voto:



Gradita parentisi della storia precedente ci racconta come finisce fra l'affascinate Gabe e la timida Sandra, conosciuti in Questa volta rimango con te.
In realtà questo racconto è un approfondimento di ciò che già è accaduto, quindi sorprese non ce ne sono. Piacevolissimo però da leggere soprattutto per lo stile dell'autrice. La adoro, mi fa sorridere ed è un toccasana. Ho vissuto questa storia come una sorta di regalo per noi lettori.
Ho adorato il personaggio secondario di Preston, mi piacerebbe incontrarlo ancora.
Voto:


"Cuore oscuro" di Naomi Novik
Quanto mi è piaciuto questo libro e quanto ne sono rimasta stupita! L'avevo accantonato dopo aver letto qualche recensione così così poi Alessia, un'amica che mi conosce bene, me l'ha proprio consigliato e io per fortuna l'ho ascoltata.
Libro fantasy, direi sul filone classico, hight. Siamo in un regno immaginario con villaggi (ambientazione tipo medievale) che confinano con il Bosco. Il Bosco qui non è solo un insieme di alberi e vegetazione, ma un'entità senziente, quasi un personaggio. Ha un'aura magica e cattiva e dove tocca infetta e distrugge. Un mago misterioso è a guardia del Bosco, per contenerlo. Il Drago lo chiamano e quando incontrerà la nostra protagonista, Agnieszka, tutto cambierà.
Non aspettatevi però la storia d'amore travolgente, perché non esiste proprio, c'è un minimo accenno che quasi non si nota. Tutto incentrato sulla magia, sul valore dei personaggi, soprattutto della protagonista, e sul desiderio di giustizia.
Epico, avvincente, magico, ha molte descrizioni, alcune forse più lente, ma è scritto benissimo. Ho adorato lo stile, mi ha catturata da subito.
Mi sono fatta catturare da Agnieszka e dalla sua storia anche perché sfocia nel folklore, rendendo questo prodotto originale e avvincente.
Voto:



martedì 2 ottobre 2018

Recensione "Mentre noi restiamo qui" Patrick Ness

Autore: Patrick Ness
Titolo: Mentre noi restiamo qui
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 5 giugno 2018
Pagine: 232

Trama:
Mentre i coraggiosi Prescelti - gli indie, con i capelli perfetti e i vestiti vintage - tentano di salvare il mondo dall'Apocalisse, in uno sperduto paesino di provincia Michael, un ragazzo normale che studia e che, al massimo, combatte contro la noia, ha desideri più semplici: per esempio riuscire a baciare Henna, di cui è innamorato da sempre, aiutare la sua problematica sorella Mel, e studiare per gli esami senza perdere l'amicizia con Jared, il migliore amico che sembra nascondergli più di un segreto. Tra apparizioni di daini dagli occhi illuminati d'azzurro, attacchi di zombie e misteriose morti dei Prescelti, Michael scoprirà che, anche se tutto attorno a lui sembra avvicinarsi alla catastrofe, le vite ordinarie come la sua possono rivelarsi le più straordinarie di tutte.

lunedì 1 ottobre 2018

Il mese libroso - Settembre

Buon lunedì lettori e buon primo ottobre. L'autunno è arrivato, settembre per me è stato un mese difficile, in cui però ho letto molto, anche come svago. Infatti ho numerosi titoli leggeri, di evasione. 


Ho letto:

Voto 2.5*
Voto 4.5*
Voto 3*
Voto 4.5*
















Voto 5*
Voto 1.5*
Voto 4.5*
Voto 1.5*















domenica 30 settembre 2018

Recensione di Ludovica - Tu leggi? Io scelgo! - "Uomini che restano" di Sara Rattaro

Buongiorno lettori, oggi torno a cedere il blog a Ludovica, per questa rubrica che amo molto, nata dall'idea di Rosaria. Se vi facesse piacere partecipare fatemi un fischio.


La rubrica, a cadenza mensile, consiste nel leggere un libro recensito da un altro blog partecipante. A lei questa volta è capitato il blog di Sonia e ha scelto questo libro, che ho letto anche io e amato alla follia (qui la mia recensione).

Autrice: Sara Rattaro
Titolo: Uomini che restano
Editore: Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 13 febbraio 2018
Pagine: 250

Trama:
«Sapere da dove vieni è l'unico modo per poterti ritrovare.» All'inizio non si accorgono nemmeno l'una dell'altra, ognuna rapita dal panorama di Genova, ognuna intenta a scrivere sul cielo limpido pensieri che dentro fanno troppo male. Fosca e Valeria si incontrano per caso nella loro città, sul tetto di un palazzo dove entrambe si sono rifugiate nel tentativo di sfuggire al senso di abbandono che a volte la vita ti consegna a sorpresa, senza chiederti se ti senti pronta. Fosca è scappata da Milano e dalla confessione scioccante con cui suo marito ha messo fine in un istante alla loro lunga storia, una verità che per anni ha taciuto a lei, a tutti, persino a se stesso. Valeria nasconde sotto un caschetto perfetto e un sorriso solare i segni di una malattia che sta affrontando senza il conforto dell'uomo che amava, perché lui non è disposto a condividere con lei anche la cattiva sorte. Quel vuoto le avvicina, ma a unirle più profondamente sarà ben presto un'amicizia vera, di quelle che ti fanno sentire a casa. Perché la stessa vita che senza preavviso ti strappa ciò a cui tieni, non esita a stupirti con tutto il buono che può nascondersi dietro una fine. Ti porta a perderti, per ritrovarti. Ti costringe a dire addio, per concederti una seconda possibilità. Ti libera da chi sa soltanto fuggire, per farti scoprire chi è disposto a tutto pur di restare al tuo fianco: affetti tenaci, nuovi amici e amici di sempre, amori che non fanno promesse a metà. Sara Rattaro racconta le nostre emozioni come se sapesse leggerci dentro. Sono nostre le paure e le speranze, le illusioni e gli smarrimenti di Venetofronte alle mille variabili dell'amore, alle traiettorie imprevedibili dell'esistenza. Sono eroi normali quelli che vincono in questa storia, donne e uomini che hanno il coraggio di lottare nei momenti più duri, di accettarsi senza indossare maschere, di tenere aperta la porta del cuore per esporsi al destino e ricominciare.

venerdì 28 settembre 2018

Recensione "La notte del cuore" di Estelle Hunt

Autrice: Estelle Hunt
Titolo: La notte del cuore
Editore: Self
Data di pubblicazione: 20 luglio 2018
Pagine: 348

Trama:
Una donna che non vuole essere salvata. 
Un uomo ferito che non ricorda più cos’è il perdono. 
Due ragazzi divisi da una tragedia più grande di loro. 
Eccessiva, vivace, estroversa, Elena è uno spirito libero: ama viaggiare, spendere e frequentare gli uomini senza alcun impegno. La sua vita si è fermata tredici anni prima, quando ha perso l'unico ragazzo che abbia mai amato. Ed è da allora che si tormenta per il male che ha causato. Nessuno saprebbe indovinarlo, dietro la maschera di allegria e superficialità. Ora lui sta tornando. 
Matteo è un uomo indurito dal dolore e non ha mai dimenticato, nonostante tutti i suoi sforzi. L’odio per Elena gli ha dato la forza di ricominciare altrove. Partire, però, non è servito a cancellare il ricordo di quell’amore che credeva di aver annegato nel rancore. Rivederla lo sconvolge, ma ormai non ha nient’altro da offrire a parte rabbia e umiliazioni.
Il perdono sarebbe l’unico modo per non soccombere, ma fare i conti con il passato può avere un prezzo troppo alto da pagare.

"Noi siamo questo: un passato andato in frantumi. Ci faremmo solo del male stando insieme e invece abbiamo il diritto di essere felici."

mercoledì 26 settembre 2018

Review Party "L'amore è sempre in ritardo" di Anna Premoli


Buongiorno lettori! Oggi vi parlo in anteprima di questo romanzo di Anna Premoli, che noi fans stavamo attendendo da un po' perché è la storia di Alex e Norman

Autrice: Anna Premoli
Titolo: L'amore è sempre in ritardo
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 27 settembre 2018
Pagine: 320

Trama:
I primi amori sono di solito un dolce ricordo, capace di far sorridere. Non per Alexandra Tyler: Norman Morrison, il migliore amico di suo fratello Aidan, l’ha rifiutata senza tante cerimonie dopo che lei ha trascorso l’adolescenza a corteggiarlo e a comporre per lui terribili lettere d’amore in rima. Ogni volta che lo vede – anche ora che è una donna adulta e sta finendo un dottorato in Geologia alla Columbia – non riesce proprio a controllare il malumore. Le sue storie sentimentali sono state tutte un fallimento. E la colpa, secondo Alex, è proprio di Norman. Quando, stanca di incontri poco entusiasmanti, decide di prendersi una sacrosanta pausa dal complicato mondo degli appuntamenti, Norman, altrettanto stufo di pranzi tesi in casa Tyler, le propone una tregua: lasciarsi il passato alle spalle e provare a comportarsi in modo almeno amichevole. Alex non può tirarsi indietro di fronte a quella che per lei suona quasi come una sfida: trattarlo in modo cordiale in fondo non dovrebbe essere così difficile. O almeno, questo è quello che crede… 

lunedì 24 settembre 2018

Le recensioni irriverenti di Jules - #4 "Proteggi il mio cuore" di Nicole Jacquelyn

Buongiorno, oggi tiriamo fuori la nostra vena cattiva, torna la mia amica Jules



La rubrica avrà cadenza casuale e Jules darà il suo parere irriverente stroncando un libro che non le è piaciuto.

Avevo sentito qualche parere positivo su questo libro ma anche delle recensioni che mi hanno fatto subito penare alla mia amica stroncatrice, così le ho chiesto di leggerlo e valutare se potesse rientrare in questa rubrica. Direi che ha passato l'esame

Sono presenti piccoli spoiler sull'inizio del libro

Autrice: Nicole Jacquelyn
Titolo: Proteggi il mio cuore
Editore: Mondadori (Elit)
Data di pubblicazione: 7 aprile 2018
Pagine: 298

Trama:
Kate è stata a lungo innamorata di Shane, un ragazzo affidato ai suoi zii insieme al quale è cresciuta, ma la passione si è interrotta quando Shane ha sposato Rachel, una sua compagna di college. Dal matrimonio sono nati tre figli e Rachel ora ne aspetta un quarto, confortata dall'aiuto dell'amica che passa molto tempo in casa loro, trascurando la sua stessa vita, mentre Shane, militare di professione, è via per lunghi mesi. Tutto viene però turbato dall'improvvisa morte di Rachel, che rimane vittima di un incidente: rimasti soli col loro passato e con un presente non meno difficile, Kate e Shane si trovano così a dover fare i conti con le regole dell'amore.