sabato 6 agosto 2016

Recensione "Ora, per sempre e oltre" di Demetrio Verbaro

Ciao a tutti, oggi vi propongo la recensione di questo libro, ringrazio l'autore che me ne ha proposto la lettura.


Autore: Demetrio Verbaro
Titolo: Ora, per sempre e oltre
Editore: Lettere animate
Data di pubblicazione: 17 maggio 2016
Pagine: 122

Trama:
Davide e Giulia sono due ragazzi innamorati che si conoscono fin dall’asilo e che si sposano pieni di speranza per un futuro insieme. Il loro amore è semplice, genuino, profondo. Ma non riescono a diventare genitori e dopo che il dottore conferma che per loro sarà impossibile concepire figli, qualcosa si rompe nel loro rapporto. Entrano in un vortice che li travolge: litigi, tradimenti, risentimenti, divorzio. Ma come la mantide guidata dall’istinto si riproduce pur sapendo di morire alla fine dell’accoppiamento, così uno di loro guidato dall’amore si sacrificherà in per la salvezza dell’altro. Alla fine infatti si scoprirà che il vortice che ha spazzato via il loro matrimonio era stato creato da uno di loro in un gesto d’altruismo estremo.




Ora, per sempre e oltre
Ti amo e ti amerò 
Il non riuscire ad avere un figlio è un argomento per me delicato e che mi fa riflettere sempre, sono madre di due figli e non saprei immaginare la mia vita senza loro, ho anche faticato un po' per avere il primo. Ho iniziato questo libro quindi credendo di trovare le emozioni che accompagnano le persone che non riescono ad avere un bambino, dalla trama avevo capito questo. Invece questo concetto è solo una parte, in realtà il libro parla d'amore, di una storia d'amore di quelli con la A maiuscola, da film. Davide e Giulia si conoscono fin da bambini e attraverso varie esperienze si ritroveranno e scopriranno di essere destinati a stare insieme, ora per sempre e oltre. Ma la vita ha altri progetti per loro.
L'inizio della loro storia è raccontato da Carmela che, in qualità di infermiera, legge la corrispondenza d'amore di Giulia e Davide a lui, malato e infermo. Devo dire che questo inizio mi ha spiazzato, non è ben spiegata la situazione, volutamente perché viene descritta dopo, ma avevo capito che lui fosse più vecchio e che Carmela fosse una narratrice. Poi da metà la storia è raccontata, ma la parte temporale l'ho trovata sempre poco chiara, non sapevo mai se fosse passato o presente. Alla fine si riesce a capire, ma questo cambio di narrazione e di tipo di racconto mi ha disorientata. 
La trama è molto romantica, per me anche troppo, in alcuni momenti anche esagerata. Questo è il mio di pensiero, io non prediligo gli innamoramenti così assoluti e zuccherosi. Giulia e Davide poi non mi sono piaciuti, in generale non sono entrata in sintonia con nessuno. I personaggi sono tutti ben descritti e caratterizzati ma per me non credibili. In libri che narrano di situazioni di vita vissuta mi aspetto un riscontro con personaggi autentici, invece mi hanno dato tutti un'impressione falsa, costruita. 
Ho visto che posso essere felice anche senza di te, e so che tu puoi essere felice senza di me, ma io scelgo il nostro amore.
Lo stile dell'autore è molto fluido e scorrevole, mi è sembrato anche decisamente curato. Avrei preferito qualche descrizione inutile in meno e qualche approfondimento in più sulle emozioni degli attori ma nell'insieme è un libro che si fa leggere in fretta e facilmente, nonostante gli argomenti decisamente tristi. 
Un libro che consiglio a chi ama le storie d'amore stile Nicholas Sparks, me l'ha ricordato molto sia come stile che come trama. 
Conoscete l'autore? Vi incuriosisce?



4 commenti:

  1. Quando un romance è scritto da un uomo, incuriosisce sempre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, anche a me. E questo è molto profondo

      Elimina
  2. Un libro molto dolce che come te ho trovato molto scorrevole

    RispondiElimina