giovedì 15 marzo 2018

Review tour "Hai bussato al mio cuore" di Brittainy C.Cherry

Buongiorno, oggi vi parlo di questo libro, in occasione del Review Tour in corso.


Ero titubante perché di questa autrice ho apprezzato il primo libro di questa serie, Ti amo per caso, mentre per il secondo ho difficoltà, l'ho cominciato e mollato diverse volte, non riesce a prendermi. Ma quando la mia amica Susy mi ha chiesto di partecipare a questo tour non ho saputo resistere.

Autrice: Brittainy C.Cherry
Titolo: Hai bussato al mio cuore
Editore: Newton Compton Editori
Data di pubblicazione: 8 marzo 2018
Pagine: 320
Serie: Elements Series Vol.4

Trama:
Io e Graham Russell non eravamo fatti per stare insieme. Sono sempre stata una persona sensibile, lui invece è un pezzo di ghiaccio. Sognavo a occhi aperti mentre lui lottava con i suoi incubi. Io piangevo spesso, Graham sembrava non avere lacrime da versare. Ma nonostante le differenze, ci sono stati istanti in cui i nostri occhi si sono incontrati, in cui sembrava sapessimo tutto l’uno dell’altra. Istanti in cui le sue labbra hanno assaporato le mie paure e io ho respirato il suo dolore. Istanti in cui entrambi abbiamo creduto di sapere che cos’era il vero amore. Quegli istanti ci hanno illuso di poter avere un po’ di pace. Ma quando la realtà è tornata a scuoterci, siamo precipitati al suolo. Graham Russell non è in grado di amare e io non sono capace di insegnargli come si fa. Eppure, se avessi la possibilità di innamorarmi ancora, mi innamorerei di lui. Un’altra volta. Persino se fossimo destinati a precipitare di nuovo, distruggendoci.

Vi do un consiglio: se avete degli impegni improrogabili non iniziate questo libro. È il classico caso in cui non riesci a smettere di leggere fino alla fine, o almeno per me è stato così. Cosa importa degli impegni dei tuoi figli, della cena, di dormire, quanto è sopravvalutato! Io dovevo assolutamente finirlo, scoprirne la fine, sperando in una morte lenta e dolorosa per un personaggio.
Era strano come funzionassero le emozioni, come una persona potesse essere triste un istante e felice quello dopo. Ciò che mi stupiva maggiormente era che si potesse essere entrambe le cose nello stesso momento.
Questa premessa per dirvi che in questo caso l'empatia e l'immedesimazione è stata immediata e costante, il trasporto totale. Il trucco a fine lettura è stato completamente disfatto perché mi sono pure commossa.
L'autrice è riuscita a costruire una storia in certe cose un po' sopra le righe ma col suo stile mi ha emozionata come poche altre volte è successo.
«Maktub. Significa che tutto è scritto, che tutto accade per una ragione»
La trama è bella e coinvolgente anche se ho storto il naso per alcuni particolari non tanto realistici. Nell'insieme però funziona e l'ho adorata. Non è soltanto una storia d'amore, ma parla molto di famiglia, di come spesso il legame di sangue non basta o non è necessario.
Ho amato molto questo aspetto, i vari rapporti familiari delineati, sia quelli belli che quelli meno. Forse in alcuni casi li ho trovati un po' eccessivi, troppo enfatizzati, ma hanno reso l'idea.
La donna che sentiva tutto si avvicinò ancora di più all’uomo che non sentiva assolutamente niente.
Il punto di forza per me è la caratterizzazione dei personaggi. Abbiamo i due protagonisti che sono agli opposti ma che insieme si compensano, sono perfetti. L'autrice riesce a farti sentire ciò che provano loro, aiutata anche dai POV in prima persona alternati. Sono fragili e pieni di difetti e io li ho apprezzati molto proprio per questo. Sbagliano e cercano di fare meglio, sono persone umane.
Anche i secondari sono ben delineati. La pecca che mi viene da fare è che sono troppo netti: i buoni sono superbravi e i cattivi sono terribili (sì, ho augurato la morte a una e gioito di quella di un altro). In un romance ci sta ma per me è stato un pochino eccessivo.
Vivi ogni giorno come se fosse l’ultima pagina. Respira ogni momento come se fosse la parola fine. Abbi coraggio, ragazzo, abbi coraggio
Questo è un libro adatto alle anime romantiche. Io non lo sono ma l'ho apprezzato lo stesso, forse per l'attenzione che pone sulla famiglia. Ho adorato anche la storia d'amore, non istantanea ma che cresce pagina dopo pagina. Merito anche dello stile dell'autrice che è riuscita a trascinarmi in questa storia, facendomi fare il tifo per i protagonisti, soffrendo insieme a loro. Un romanzo intenso e coinvolgente.
Voto: 

Conoscete questa autrice? Vi lascio il calendario del Tour



8 commenti:

  1. Metto in lista, complimenti per la recensione

    RispondiElimina
  2. Io ormai quando comincio le storie della Cherry le devo portare a termine praticamente subito perchè è impossibile staccarsi, questo è uno dei motivi per cui adoro quest'autrice.
    Mi fa piacere che il libro ti sia piaciuto e che hai accettato di partecipare, anche per me è stata una bellissima lettura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, davvero. Se non fossi stata tu probabilmente non l'avrei letto subito e sarebbe stato un vero peccato

      Elimina
  3. Ho sentito molte lettrici paragonare questa autrice alla Hoover...leggendo la tua recensione mi sa che un po' c'avevano ragione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricorda la Hoover infatti, è molto intenso

      Elimina
  4. Questo libro per me è promosso su tutta la linea! Hai ragione forse che ci sono certi aspetti troppo irrealistici, ma io non me ne sono accorta... Forse perché ero impegnata a tenere a bada le farfalle nello stomaco (sì, sono una persona super romantica ahahah) *_*

    E meno male che non c'è un instant-love... Apprezzo i colpi di fulmine solo nei fantasy XD

    Ps. Grazie per essere passata anche sul mio blog <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo libro fa venire gli sciami nello stomaco, hai ragione. Grazie mille a te!

      Elimina