lunedì 24 ottobre 2016

Recensione "Feline" di Sarah Bianca

Buon lunedì lettori, come state? Riuscite a leggere di più in queste giornate autunnali? Pioggia, divano, copertina e libro, che immagine paradisiaca! 
Per iniziare la settimana vi lascio il mio pensiero su questo libro, che ho chiesto alla casa editrice attratta dalla cover, e che ringrazio per la copia digitale che mi è stata subito inviata. Questo libro era già uscito in passato ma a me era sfuggito, sono contenta che l'abbiano riproposto perché merita veramente. Curiosi?

Autrice: Sarah Bianca
Titolo: Feline
Editore: Fazi Editore (Lain)
Data di pubblicazione: 13 ottobre 2016
Pagine: 524

Trama:

In Germania, nascosta fra le fronde delle foreste più fitte, riparata dai corsi d’acqua più insidiosi, e soprattutto protetta dalla magia, la Tenuta è la comunità segreta che l’anziana Isolde ha costituito anni fa.
Qui, organizzati in clan, alleanze e veri e propri sistemi di governo, vivono i mutaforma, esseri umani con la capacità di assumere sembianze animali. Per Uriel, magnifica tigre bianca, avvenente nipote di Isolde e candidato alla reggenza in seguito al ritiro della nonna, il tempo della spensieratezza e delle avventure amorose sta per finire: deve lasciare la Tenuta e, insieme alla gemella Stella, mettersi alla ricerca della ragazza destinata a diventare la sua compagna; colei che non solo dovrà innamorarsi di lui, ma anche possedere quelle stesse capacità magiche di cui è dotata Isolde. Solo in questo modo Uriel potrà sperare di vincere la lotta per la successione, salire al potere e proteggere il proprio branco dalle minacce del mondo esterno.
È così che la giovane Dara – rimasta sola dopo l’incidente stradale che le ha portato via la famiglia – si ritroverà coinvolta in un mondo incredibile, combattuta fra il desiderio di tornare alla sua vita di sempre e l’enorme responsabilità di essere l’unica speranza per la Tenuta e per i suoi membri, ai quali presto si ritroverà indissolubilmente e perdutamente legata. Primo volume di una trilogia, tra scenari incantevoli, intrighi di potere, sentimenti e colpi di scena, Feline dà il benvenuto al lettore con un modern fantasy raffinato e completamente nuovo, dove restare fedeli a se stessi si rivela la battaglia più difficile.



Uriel è un mutaforma, quando vuole si trasforma in una tigre. Vive con i suoi simili in una Tenuta in Germania, guidata da sua nonna, che in più è anche una potente strega. Ha una gemella, Stella, con la quale riesce a comunicare telepaticamente ma, a parte questo particolare, la magia non è presente in lui. Quindi quando la nonna comunica il suo ritiro dalla reggenza a lui non rimane altra scelta che cercare fra gli umani una strega potente, trasformarla in mutaforma sperando che sopravviva alla trasformazione e farne la sua anima,cioè la sua metà di vita. Semplice no? Affatto, perché oltre alla difficoltà oggettiva di tutto resta anche il senso di colpa per la vita strappata e la paura di non riuscire. Ma poi questi non saranno i suoi problemi più grossi, perché alla fine il maggiore sarà riuscire a conquistare il cuore di Dara, la prescelta. Lei è una ragazza sola, senza uno scopo, forte e fragile insieme che viene catapultata in questo mondo bizzarro, che si affeziona a tutti ma non vorrebbe, per non soffrire. Lei è magia pura, senza saperlo. E' un dono.
La sensazione di completezza, benessere e forza che avevo provato mi aveva esaltata. Era come potersi connettere con la fonte di energia più potente del mondo e poterne attingere senza limiti. Inebriante.


Letta così sembra la classica storia paranormal da ragazzi, invece vi assicuro che non non lo è. E' un libro corposo dalla trama molto articolata, in cui l'elemento fantasy è quello che prevale. La magia infatti è una parte fondamentale, arricchisce la componente di mutaforma. Viene trattata a lungo e spiegata molto e in maniera semplice, facendoti entrare bene nella storia, capendola.
C'è anche una componente romance, infatti i protagonisti principali sono Uriel e Dara. Io ho fatto il tifo per loro per tutto il tempo, secondo me insieme sono perfetti. Devo dire che la storia d'amore ha un ruolo importante ma non essenziale, non è solo basato su questo. Mi ha fatto apprezzare maggiormente il libro, anche perché in questo caso, nonostante l'attrazione forte iniziale, non c'è l'istant-love, ma un conoscersi e apprezzarsi gradualmente, nonostante tutti i problemi.
La cosa che più mi è piaciuta è la caratterizzazione di tutti i personaggi. Sono molti i secondari e tutti a loro modo importanti. Durante la lettura si impara a conoscerli e quasi a prevederne le mosse. Uriel, Dara e anche Stella sono i principali ma tutti hanno il loro spazio. L'autrice è stata capace di farmi capire le caratteristiche tipiche di ognuno.
Lo stile è molto fluido e semplice, anche se veramente curato. Si prende il tempo per descrivere bene sia i luoghi che le persone ma non annoia. Io di solito fatico a leggere le esposizioni troppo dettagliate, invece in questo caso ha saputo miscelare bene questa parte con quella più d'azione.
Si capisce quindi che mi ha conquistata, il mezzo voto in meno è dato dal finale che mi ha lasciata con il fiato troppo sospeso e dalle eccessive insicurezze di Dara. Non vi dico di più altrimenti rischio di fare spoiler. 
Questo è un libro ben bilanciato nei suoi vari aspetti, spiegato bene e scritto ancor meglio. Lo definirei di qualità, sia per lo stile che per la trama.

«Il vostro è un mondo brutale», sussurrò piano.
«Il nostro è un mondo che mescola le regole della natura a quelle dell’essere umano. L’homo sapiens è l’animale peggiore di tutti».

Adesso dire che aspetto il seguito con ansia è minimizzare, devo assolutamente sapere cosa succederà!
Vi ho incuriosito? L'avevate letto nella versione precedente? Vi piace la cover?




9 commenti:

  1. Chiara, non è il mio genere ma come sempre leggo con piacere recensioni che riguardano anche ciò che non mi è affine. In questo caso posso dire, però, che la copertina è fantastica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna, mi fa piacere che anche quando scrivo di cose che non sono il tuo genere tu mi leggi sempre! La cover è veramente bella

      Elimina
  2. Mi hai incuriosito eccome!! Lo avevo già aggiunto nella lista delle prossime letture e sono sicura che non me lo lascerò scappare. Devo dire però che non mi sembra la classica storia paranormale, o almeno fino a un certo punto, Dara mi piace. Bello, bello, non vedo l'ora di leggerlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Anna, no non è la classica storia, mi è piaciuto molto anche per questo! Leggilo, sono curiosa di sapere cosa ne pensi

      Elimina
  3. Bellissima recensione come sempre! E se il libro non fosse già tra le mie prossime letture mi avresti di sicuro convinta a leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie! Questo è un complimento bellissimo, ti ringrazio. Sono curiosa poi di sapere cosa ne pensi

      Elimina
  4. Sono contenta che sino alla fine si sia rivelato un bel libro :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. molto interessante, non vedo l'ora che esca il seguito

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina