martedì 1 agosto 2017

I pensierini - Luglio

Dopo il mese libroso vi lascio anche i miei pensierini, cioè il breve resoconto delle letture non recensite o non trattate con altre rubriche qui sul blog. Sono stata proprio fortunata questo mese, e voi?



"Ai piani bassi" di Margaret Powell
Non posso dire che sia un brutto libro, perché sarebbe falso. Non è di sicuro però il libro adatto a me. E' il racconto di una ragazzina negli anni Trenta, nata povera e mandata presto a servizio. Essendo narrato da lei è molto semplice e a tratti anche divertente. Fa notare sì le ingiustizie ma anche le cose belle proprie della sua classe sociale. Non è quindi un trattato sulle diseguaglianze ma il racconto di questa persona appartenente ai piani bassi.
Però a mio parere manca di trama, non c'è una storia da raccontare, un filo conduttore. E' proprio solo la sua vita. E io mi sono annoiata, tanto. Nonostante lo stile semplice e scorrevole, ho faticato a leggerlo, perché non sono mai entrata in sintonia né con la protagonista né con la storia. Non è brutto ma non fa proprio per me.
Voto:


"L'imprevisto" di Elle Kennedy
E siamo arrivati a Tucker, l’ultimo dei quattro amici rimasti. Aspettavo di leggere questo libro perché il terzo della serie, Il tradimento, getta la bomba proprio su Tucker e Sabrina. Un imprevisto proprio.
La loro storia mi è piaciuta un sacco anche perché non addolcisce la pillola sui problemi, non sottovaluta niente, fa vedere gioie e dolori delle conseguenze delle proprie scelte. Questo lato realistico per me è stato una nota decisamente positiva.
Lo stile dell’autrice è sempre lo stesso, ironico e divertente, volutamente leggero anche quando tratta temi importanti. Mi piace veramente molto e non ha mai perso lo smalto.
Un appunto però lo devo fare. Ho trovato diversi errori e non parlo di piccoli refusi, io quelli neanche li noto o non ci faccio troppo caso. Proprio errori grammaticali notevoli che mi hanno fatto storcere il naso. Alcuni ripetuti più volte. Credo che la traduzione non sia stata così accurata e che sia mancata una bella rilettura.
Questa però rimane una serie molto bella, grazie soprattutto all’autrice che è diventata una delle mie preferite. Nei ringraziamenti finali ha accennato a uno spin-off spero proprio tanto che venga pubblicato anche in italiano.
Voto:


"L'amore non esiste" di Jessica Clare
Jessica Clare in questo libro è tornata alla grande, col suo stile frizzante e allegro e la sua ironia. Cade mi è stato simpatico e mi ha fatto ridere. Alla fine l'ho adorato, mai più pensavo di farlo. E’ riuscita a presentare un personaggio così giusto e buono senza renderlo antipatico anche se qualche volta uno scrollone glielo avrei dato.
Kylie è simpatica e allegra, mi è piaciuta da subito, tanto. Il suo look stravagante, le sue forme abbondanti, il non voler essere di peso, il non portare rancore, non può non piacere.
La storia è interessante, ho apprezzato l’importanza del personaggio di Daphne, con tutti i suoi difetti, è necessaria alla storia e molto credibile.
Lo stile è tornato quello che ho imparato ad apprezzare nei primi libri, divertente e ironico. L’ho letto in vacanza e in un giorno l’ho finito, mi ha tenuta incollata alle pagine.
So che c’è ancora una novella, ma secondo me questo è il degno finale di una bella serie, che consiglio proprio. I milionari alla fine hanno conquistato anche me.
Voto:


"In amore e in guerra" di Miss Black
Questa autrice è l'ideale per staccare da un titolo all'altro, era da un po' che non la leggevo e ne ho approfittato per una challenge. Questo libro è meno breve del solito e ha un'altra caratteristica differente: più personaggi e coppie. Racconta di una squadra della polizia militare nelle Svetlands, che abbiamo già conosciuto.
E' sempre molto spinta, con tante scene di sesso, ma in questo caso l'accento principale è sulla storia sulla quale indagano, senza tralasciare le dinamiche personali. Adoro il fatto che i suoi personaggi siano sempre in qualche modo imperfetti e che alla fine ti faccia affezionare tanto a loro. Li ho adorati tutti, riesce a caratterizzarli in un modo tutto suo che mi conquista sempre.
Ho apprezzato anche il tema dell'omosessualità, soprattutto nel campo delle forze militari. A modo suo fa riflettere e del personaggio di Calo mi piacerebbe sentire ancora parlare in futuro. Trovo che migliori ogni volta anche nella forma.
Voto:



"Odio quindi amo" di Susan Elizabeth Phillips
Quanto amo questa autrice! Ma proprio tanto, per me leggerla è andare sul sicuro e anche questa volta è stato così, anzi oserei dire che questo è uno dei suoi libri più belli. Il segreto è nei personaggi. Riuscirebbe a farmi amare chiunque, ci riesce sempre. Anche la stronzetta popolare che ha tutto e tutti ai suoi piedi. Anche lo scrittore snob e con la puzza sotto il naso. Adorazione pura. E' in grado di caratterizzare così bene, di farti ridere e farti conoscere le sottigliezze, che alla fine non puoi credere di aver avuto pregiudizi. La sua penna è magica, scrive benissimo, ti inchioda al libro e non riesci a smettere di leggere. La storia è simpatica e diversa dal solito e il fascino del Sud è innegabile. Ma il punto di forza rimane la caratterizzazione dei personaggi, tutti anche i secondari. Se non la conoscete ancora dovete rimediare. Questo, la serie dei Chicago Stars, qualunque cosa, perché questa donna sforna solo capolavori. Romance, leggeri, ironici e scritti benissimo. Uh, ci scappa pure la riflessione eh.
Voto:


Conoscete qualcuno di questi titoli?

10 commenti:

  1. Ciao, Chiara! Non ne conosco nessuno di questi, ma sembrano quasi tutti molto belli ☺☺

    RispondiElimina
  2. Odio quindi amo... è quello che mi ispira di più
    Buona giornata, Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io adoro la Phillips quindi sono di parte, ma è meraviglioso, davvero! Non fermarti a titoli e cover, se ti capita leggi questa autrice

      Elimina
  3. Mi ispira quello della Philips :) ne sento tanto parlare (bene ovviamente), ma non ho ancora letto nessuno libro scritto da lei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh questo è superbo! In realtà praticamente tutti i suoi libro sono fantastici ma questo è qualcosa di straordinario

      Elimina
  4. Sulla SEP non avevo dubbi!! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la SEP si supera ogni volta, sembra impossibile

      Elimina
  5. Quanto mi piacciono questi pensierini!!! Mi sono tutti nuovi e sono tutte buone pillole di cui tenere conto per una prossima scelta.

    RispondiElimina