sabato 5 novembre 2016

Spazio al self - Segnalazioni

Buongiorno! Questa settimana ho abbondato in post e rubriche, ma tra collaborazioni e altro ha portato così, cercherò di essere meno invadente la prossima. Oggi vi lascio con qualche segnalazione mentre sono presa con il torneo di hockey di mio figlio...


Sono stata contattata da una traduttrice che lavora con Babelcube.com, un sito che permette ai traduttori freelance di mettersi in contatto con gli autori che desiderano vedere le loro opere pubblicate in lingue diverse. Come ho già detto trovo questa idea meravigliosa.


Freddo come la pietra Vol. 1 http://oliviarigal.com/book/sci/
Genere romanzo: Romance
Casa Editrice: Babelcube
Pagine: 86 pagine
Prezzo: Dipende dalla piattaforma
Formato: ebook (dipende dalla piattaforma)
Il suo corpo muscoloso è premuto contro la mia schiena e non riesco a distogliere lo sguardo dal nostro riflesso nello specchio.
Una delle sue mani lascia il mio seno e scompare, invisibile ma presente.

Brian Hatcher ha un bel coraggio, pensavo di non rivedere mai più la sua faccia.
Ha lasciato la polizia per unirsi ai Tornado D’Acciaio, la stessa gang su cui stava indagando mio fratello.
Lo odio.
Dovrei odiarlo.
Voglio odiarlo.
Ha voltato le spalle a tutto ciò per cui si batteva.
Eppure lo voglio, anche se è diventato un motociclista freddo come la pietra.


Freddo bruciante Vol. 2 http://oliviarigal.com/book/cbi/
Genere romanzo: Romance
Casa Editrice: Babelcube
Pagine: 100 pagine
Prezzo: Dipende dalla piattaforma
Formato: ebook (dipende dalla piattaforma)
Guardo con piacere mentre i suoi fianchi si sollevano dal materasso. Voglio sprofondare dentro di lei e spegnere il fuoco, ma non lo faccio. Non importa quanto lo voglia, non fin quando non si arrenderà.
Mi chiamo Brian Hatcher e voglio tutto.
Voglio il controllo del club motociclistico che gestisce mio padre, l’assassino del mio amico David, e più di tutto Lisa, la sorella di David.
Voglio Lisa con me sulla moto, nel mio letto, e sotto l’incantesimo del mio freddo bruciante.
Non m’interessa l’incertezza di Lisa sul ruolo giocato dai Tornado D’Acciaio nella morte di David o il suo vecchio sogno di diventare procuratore distrettuale.
Non lascerò che i suoi desideri mi ostacolino.

L'autrice:
Nata a Manhattan, Olivia Rigal ha trascorso la sua giovinezza viaggiando avanti e indietro tra gli Stati Uniti e la Francia. Ha vissuto e studiato in entrambi i paesi. Durante gli studi si è tenuta occupata con diversi lavori. Ha lavorato al mercato delle pulci di Clignancourt oltre che in uno studio di registrazione parigino. A Manhattan, ha lavorato come toilettatrice per cani e come segretaria in una famosa casa d’aste inglese. Olivia si è stabilita in Francia per allevare i suoi figli. Ha viaggiato in tutto il sud-est asiatico e ha una speciale predilezione per il Laos e la Tailandia. Quando la sua professione non la tiene occupata a Parigi, corre a scrivere romanzi nella sua casa in Florida vicino al MacArthur Beach State Park.
Nel dicembre del 2012 ha iniziato a pubblicare romanzi brevi in inglese come scrittrice indipendente ed ora è considerata Autrice bestseller dell’USA Today.
All’inizio del 2014, ha iniziato a tradurli in francese, nel 2015 in tedesco e nel 2016 in spagnolo e italiano.
La maggior parte delle storie che racconta sono a sé stanti.
Tuttavia i suoi personaggi sono spesso ricorrenti tanto che potete incontrarli ancora e ancora negli altri libri.
Ama chattare con i lettori, quindi venite a passare un po’ di tempo con lei su Facebook.
http://oliviarigal.com/
https://www.facebook.com/AuthorOliviaRigal/



Adesso invece vi presento un libro uscito giovedì, già in tema natalizio, che bello pian piano si avvicina e possiamo già parlarne!



Titolo: Un secondo, primo Natale 
Autore: Silvia Devitofrancesco 
Editore: Self Publishing 
Genere: Commedia romantica 
Pagine: 168 
Prezzo: 1,99 euro ebook/gratis con Kindle Unlimited/10,39 euro cartaceo 
Data di uscita: 3 novembre

Trama: Da quando il suo fidanzato Bruce l’ha tradita con la sua migliore amica Shelly proprio la sera del 24 dicembre, Apple Horn odia il Natale con tutta se stessa. E se un aitante uomo con un ridicolo cappello da elfo sulla testa bussasse alla sua porta? Steve, fondatore del servizio gratuito “Secondo, primo Natale” ha una missione da compiere: trasformare la gelida fanciulla in una Christmas Lover Doc, step by step. Tra iniziali perplessità, abeti da addobbare, batticuore e paure da vincere riuscirà la diffidente Apple a fidarsi dell’intrigante Steve? E il loro sarà destinato a restare solo un rapporto puramente formale?

CITAZIONE: «Io voglio essere il primo ad augurarti un magico Natale, uno splendido anno nuovo, un tenero san Valentino, una divertente estate. Voglio baciarti sotto il vischio e guardarti intensamente negli occhi mentre celebro il mio amore per te. Ogni giorno. Per tutte le ricorrenze che verranno. Io ti amo, Apple.»

L'autrice:
Silvia Devitofrancesco, classe 1990, è nata a Bari, dove vive tuttora. Ha conseguito la maturità classica e successivamente la Laurea triennale in Lettere (Curriculum "Editoria e giornalismo"). È autrice del romanzo "Lo specchio del tempo", vincitore del premio letterario “Autore possibile 2016” e dell’opera umoristica “Ultimo accesso alle…”.

Booktrailer: https://www.youtube.com/watch?v=JzEFAmzvWIU



Ora invece un libro che non è self, ma uno degli autori mi ha chiesto una presentazione. Questo genere ultimamente mi attira molto

Il volume contiene otto racconti e due saggi, interamente dedicati allo sword and sorcery.
La scelta di adottare il formato della short story deriva dalla volontà di seguire il filone primigenio del genere, inaugurato da Robert E. Howard e continuato da Clark Ashton Smith, C.L. Moore, Henry Kuttner e Fritz Leiber. Inoltre abbiamo voluto affiancare alcuni apparati critici a questi racconti, al fine di fornire maggiori informazioni in ordine alla spada e stregoneria anche a coloro che si cimentano per la prima volta nella lettura di questo meraviglioso sottogenere del fantasy.

Intendiamo ringraziare Ailus Editrice che ha creduto in questo progetto sin dall’inizio e i temerari autori che ci hanno seguito in questa impresa.

Ai lettori stanchi delle solite storie diciamo che, se sono alla ricerca di avventura, azione, senso del meraviglioso, orrore soprannaturale, battaglie e combattimenti all’arma bianca, non possono che rifugiarsi ne “Gli Universi di Ailus. Heroic Fantasy Vol.1”.

Racconti:
– Donato Altomare con Il canto dell’ultima primavera;
– Francesco Brandoli con Ridi, luttuosa, e io verrò da te;
– Paolo Motta con L’orrore volante;
– Mauro Longo con L’uomo dal pugnale d’oro;
– Andrea Gualchierotti e Lorenzo Camerini con La cripta dell’arcimago;
– Alessandro Forlani con Vittime Imperiture;
– Massimiliano Gobbo con Il cavaliere decollato;
– Francesco La Manno con Il tempio di Premaliuk;

Saggi:
– Stefano Sacchini con una recensione su Il Signore delle Tempeste, di Tanith Lee;
– Francesco Coppola con Med-Fantasy, ricapitolando.

Sinossi: Romanzi brevi e racconti riempiono le pagine di questo primo volume de Gli Universi di Ailus, collana che ospita opere dedicate a generi e sottogeneri del fantastico, suddivisi per ambientazione e tipologia.

Heroic Fantasy, è una raccolta di racconti ispirati al genere sword & sorcery (reso popolare da riviste quali Weird Tales e da autori come Robert E. Howard), che vede firme storiche del genere in Italia alle prese con eroi, maghi, spiriti malvagi, mondi lontani nello spazio e nel tempo in cui bene e male sono in continua lotta. Potrete tuffarvi in otto avventure di straordinario ed originale valore, create da firme quali Mauro Longo, Max Gobbo, Alessandro Forlani e Francesco Brandoli, capitanati da Donato Altomare, che ne cura anche la presentazione, due volte vincitore del premio Urania con i romanzi Mater Maxima (2001) e Il dono di Svet (2008).

“Io non vorrei morire perché ho troppo da leggere.
Ogni volta che predo in mano un libro e comincio a leggerlo subito sono assalito dal rammarico di non averlo fatto prima, magari di averlo trascurato senza avere la minima idea di quanto fosse interessante. Ma principalmente non vorrei morire perché smetterei di immergermi in quei mondi che gli scrittori sanno regalarci. Specie se si tratta di Fantasy Eroica o Med Fantasy o Sword and Sorcery.
Questa antologia ha una sorta di scopo didattico. Vuole mostrare ai neofiti che esiste un fantastico abbandonato che va vivificato e riportato in auge perché in questo la fantasia può andare a briglie sciolte e inventare storie affascinanti, in luoghi affascinanti, con personaggi affascinanti e persino col terrore affascinante. Il fantastico diventa padrone dell’inesistente, capace di avvolgere il lettore in quel bozzolo di seta che lo fa rinascere farfalla per ritrovarsi a percorrere strade mai percorse da essere umano.”

Donato Altomare, presidente World SF Italia


Buon fine settimana


6 commenti:

  1. Ho letto i primi due di Freddo come la pietra e li ho trovati carini, ma l'autrice poteva dare di più e poi anche il fatto che siano corti li penalizza un pò. Comunque attendo il seguito ^-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sai che mentre preparavo il posto ho pensato alla tua recensione? Speriamo arrivino presto gli altri!

      Elimina