martedì 9 ottobre 2018

Recensione "Figli di sangue e ossa" di Tomi Adeyemi

Autrice: Tomi Adeyemi
Titolo: Figli di sangue e ossa
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 2 ottobre 2018
Pagine:552
Serie: Legacy of Orisha #1

Trama:
Un tempo i maji, dalla pelle d'ebano e i capelli candidi, erano una stirpe venerata nelle lussureggianti terre di Orïsha. Ma non appena il loro legame con gli dei si spezzò e la magia scomparve, lo spietato re Saran ne approfittò per trucidarli. Zélie, che non dimentica la notte in cui vide le guardie di palazzo impiccare sua madre a un albero del giardino, ora sente giunto il momento di rivendicare l'eredità degli antenati. Al suo fianco c'è il fratello Tzain, pronto a tutto pur di proteggerla, e quando la loro strada incrocia quella dei figli del re si produce una strana alchimia tra loro. Ha inizio così un viaggio epico per cercare di riconquistare la magia, attraverso una terra stupefacente e pericolosa, dove si aggirano le leopardere delle nevi e dove gli spiriti vendicatori sono in agguato nell'acqua. Un'esperienza umana che non risparmia nessuno, in un turbine di amore e tradimento, violenza e coraggio. Nella speranza di ridare voce a un popolo che era stato messo a tacere.

Questo libro mi ha attratta da subito, forse per la cover bellissima, forse per l'attenzione che ha ricevuto ancor prima di essere pubblicato. Ho chiesto subito una copia da leggere e recensire senza quasi conoscere nulla, sapendo solo il genere di appartenenza, il fantasy.
E lasciatemi dire che questo è un Signor fantasy, soprattutto perché decisamente originale in quanto si basa sulla mitologia Yorubà. I personaggi sono tutti africani e la cultura raccontata ha radici profonde e, per me, finora sconosciute.

Siamo nelle terre di Orïsha, un mondo immaginario dove vige la monarchia che ha annientato la magia. Infatti anni prima Saran, il Re, con l'azione chiamata Raid ha ucciso tutti i maji, persone dotate di magia e distinguibili dai capelli bianchi, dopo averne bloccato in qualche modo i poteri. Non pago ha relegato i superstiti, i bambini di allora, al ruolo di Larve, reietti della comunità. Gli Dei sembra abbiano abbandonato questa terra ma Zélie, che ha perso la madre durante il Raid e porta il colore di capelli incriminato, compirà scelte che la porteranno in un viaggio per riportare la magia a chi l'ha perduta, cercando così di interrompere il regime di terrore instaurato da Saran. Ruolo fondamentale avranno suo fratello Tzain, non dotato di caratteristiche Maji e che cerca di proteggerla, e Amari e Inan, figli del Re.

Questo libro inizia subito appassionando tanto ma anche gettando il lettore in una realtà ricca di nozioni complesse. Inevitabile questo con i fantasy, è necessario ricostruire l'ambientazione da zero.
L'autrice è molto brava anche se io (e qualche amica con cui ne ho parlato) ho sentito la mancanza di un glossario, per i termini nuovi e sconosciuti che sono numerosi e che spesso mi hanno confusa.

La trama poi è avvincente e viene voglia di leggere velocemente, cosa non possibile proprio per assimilare tutti i dati necessari.
Ho amato moltissimo questa storia, proprio per il motivo per cui l'autrice l'ha scritta (come specificato nelle note): la denuncia del razzismo, l'incapacità di stare a guardare mentre chi è diverso viene ingiustamente perseguitato. Che sia per il colore della pelle o per una caratteristica è sempre sbagliato e in questo libro ciò è alla base di tutto. 

Fa riflettere, molto, ma per fortuna non cade mai nel buonismo e nelle frasi fatti. Semplicemente apre gli occhi su una realtà che esiste, in ogni frangente.
Ho adorato il modo di trasmettere questo pensiero proprio per le varie sfaccettature prese. I maji non sono tutti bravi e buoni mentre gli altri cattivi e insensibili. Ma chi è al potere deve tutelare tutti, non solo chi fa comodo.

Ci sono molti elementi fantasy ricorrenti, tra cui il viaggio e gli eroi, la prescelta, la diversità. Tutto però in questa ambientazione per me così originale ha assunto una forma di novità.

Ho amato molto la caratterizzazione dei personaggi, curata e molto precisa. Non avrei mai detto ma la mia preferita alla fine è stata Amari, all'apparenza timorosa e fragile ma che nasconde una forza immensa e dotata di una resilienza non indifferente.
Zélie è la protagonista principale e il suo essere così dura è ben spiegato e mitigato. La sua evoluzione è quella spiegata meglio e ne ho amato ogni sfumatura, anche i ripensamenti e gli attimi di terrore puro.
Tzain è quello che mi ha lasciata più indifferente, una figura di contorno. Infatti dei quattro protagonisti è l'unico senza pov (il libro è scritto in prima persona con i pov di Zélie, Amari e Inan).
Su Inan devo spiegarmi un po' di più. Credo sia il personaggio più complesso e, anche se non mi ha fatta impazzire, quello meglio riuscito. A un certo punto ho imprecato contro l'autrice perché fa compiere scelte, soprattutto a lui, troppo repentine, nel giro di due righe cambia opinione completamente, per poi riprendere tutto e rimasticarlo fino alla fine. Mi ha subito spiazzata anche se poi mi ha fatta ricredere. Nonostante tutto non sono riuscita a farmelo piacere, per me resta un debole.

Arrivata a metà libro, per i cambi repentini di idea dei personaggi come vi dicevo prima, ho avuto un tentennamento. Non mi piaceva la piega presa, mi sembrava priva di senso. La delusione bussava già alla porta, salvo poi sparire del tutto.
Sì perché l'autrice nel finale stupisce e lo fa col botto. Oltre che spiegare e riprendere quelle svolte che mi hanno lasciata perplessa, intreccia avvenimenti e ti lascia a bocca aperta. Ho letto le ultime 100 pagine praticamente in apnea, mi hanno galvanizzata. Un finale da capogiro, che mi ha lasciata entusiasta e felice di averlo letto, oltre che in fremente attesa del seguito.

Questo libro quindi non è perfetto ma è sicuramente un ottimo primo libro di serie fantasy che mi viene da consigliare soprattutto a chi cerca qualcosa di nuovo.
Complimenti all'autrice davvero, pensando oltretutto che è la sua prima opera e che è molto giovane.
Ora attendo paziente o forse no il secondo.
Voto:

Ringrazio ancora la casa editrice Rizzoli per la copia in anteprima.
Voi l'avete letto? Vi incuriosisce?



Immagini prese da Pinterest


21 commenti:

  1. Mmmm qualcosa di nuovo, grande cosa 😊 spero di riuscire a leggerlo presto!

    RispondiElimina
  2. Evvai!! Sono felice di leggere che il libro mantiene le promesse racchiuse nella trama… Che mi avesse incuriosito te l'avevo già detto.. ora lo inserisco in dritto dritto in lista…

    RispondiElimina
  3. Pazienti e calme...Voglio il seguito! NOW!

    RispondiElimina
  4. Mi fai venir voglia di leggere fantasy

    RispondiElimina
  5. Questo, appena avrò smaltito in modo significativo la tbr, sarà uno dei primi nuovi acquisti *^*
    Era un sacco di tempo che non avevo così tanta voglia di leggere un fantasy che non uscisse dalla penna dei miei autori di fiducia :)

    RispondiElimina
  6. bhe dopo la delusione di invictus finalmente una cosa positiva!
    devo però ammettere che non sono per nulla ispirata da questa storia, nonostante la tua bella recensione e la novità ho paura che non sia una lettura adatta a me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so se sia il tuo Chicca, proprio come genere. Ma se ti capita l'occasione prova

      Elimina
  7. La pensiamo più o meno allo stesso modo!
    Io non ho avuto difficoltà con i termini, sin dalla prima pagina mi sono sentita coinvolta e mi sono ambientata benissimo (cosa che non credevo possibile!). Inan a me è piaciuto, specie all'inizio, però dopo quell'instalove e le scelte finali, mi è scaduto un po'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io necessitavo di un glossario, ho confuso diverse cose, sono però una persona che si confonde facilmente. Su Inan invece no, non mi è piaciuto per niente. Anzi ti dirò che punto molto su Roen, spero che nel secondo sia più presente, lui mi piace un sacco

      Elimina
    2. Uhmmm... Sai che pure io lo trovo interessante? Potrebbe essere un ottimo interesse amoroso *_*

      Elimina
    3. li shippo di brutto (mood adolescente on)

      Elimina
  8. Questo libro l'ho sempre snobbato, finchè non è arrivato anche da noi. All'estero ha ricevuto un successo enorme ma non mi ispirava un granchè e le recensioni che ho letto, anche se ottime, non mi avevano incuriosito. Ma le cose sono cambiate quando hanno iniziato a spuntare quelle delle blogger nostrane. Adesso sono davvero curiosa! E la tua recensione non mi aiuta per niente!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. contenta di averti incuriosita. A me è proprio piaciuto

      Elimina
  9. Ciao, bellissima recensione!
    Oh, questo libro *^*. Se dal punto di vista della trama non è proprio il più originale di sempre a mio parere (ma caspita che protagoniste femminili toste! W-o-W!), veicola un messaggio di uguaglianza, inclusione e positività che mi ha fatto innamorare della serie e dell’autrice (la postfazione sulle discriminazioni contro gli afroamericani è un gioiello). Continuerò a supportarla senza ombra di dubbio ^^!
    Trovi la mia recensione qui se hai voglia di dare un’occhiata!
    A prestooo,
    Rainy

    RispondiElimina
  10. voglio ringraziare e ringrazierò sempre il Dr. Wealthy che ha riportato il mio amore che mi ha lasciato per 6 anni entro 48 ore, ho detto di questa settimana scorsa, ma ho promesso di raccontarlo sempre ogni settimana fine così che quelli che non ne hanno letto la settimana scorsa ne leggeranno questa settimana, ho cercato come riportare questo ragazzo alla mia vita perché amo questo ragazzo con tutto il mio cuore, non potevo sostituirlo un giorno, mentre guardavo la televisione, vidi una signora che ringraziava il dott. Wealthy e diceva al mondo come l'aiutava a essere così scioccata che non potevo crederci perché non ho mai insegnato che ci sono poteri che possono portare Ho perso l'amore, poi è stato così che ho deciso di contattarlo anche perché ho davvero bisogno del mio amore, quando l'ho contattato gli ho detto tutto e lui mi ha detto di non preoccuparmi che il mio amore sarebbe sicuramente tornato tra le mie braccia entro 48 ore all'inizio non potevo credere perché stavo pensando come potrebbe qualcuno cappello è andato per 6anni tornare entro 48 ore, quindi ho deciso di guardare e vedere, incredibile entro le prossime 48 ore ho ricevuto una chiamata da un numero sconosciuto quindi ho deciso di prendere la chiamata la prossima cosa che ho potuto sentire era la mia voce d'amore lui mi stavo supplicando e supplicando al telefono che dovevo perdonarlo per dimenticare tutto ciò che è successo che non sapeva cosa gli fosse venuto addosso, aveva promesso di non andarsene per nessuna ragione, che era davvero dispiaciuto per quello che ha fatto, ero così sorpreso perché non ho mai creduto che questo potesse accadere, quindi fu così che accettai le sue scuse e la mattina dopo venne a casa mia e continuava a supplicarmi di perdonarlo gli dissi che è tutto ok che gli ho perdonato , è così che abbiamo iniziato di nuovo e ora siamo sposati, ho promesso di dire questa testimonianza alla stazione radio, commentando questa testimonianza è ancora ok ma prima che questo mese scada, prometto di dirlo in radio e lo farò, signore grazie molto per mondo. Per favore, ti prego, ti prego e per provare e ringraziare quest'uomo per me, o se hai bisogno del suo aiuto, ecco il suo indirizzo email: wealthylovespell@gmail.com o aggiungilo su WhatsApp +2348105150446

    RispondiElimina