lunedì 31 gennaio 2022

Recensione "Bear, Otter e Kid" di T.J. Klune

Ringrazio la casa editrice per la copia digitale in anteprima di questo libro in uscita oggi

Il libro:
Autore: T.J. Klune
Titolo: Bear, Otter e Kid
Edizione: Triskell Edizioni
Data di pubblicazione: 31 gennaio 2022 (terza pubblicazione, Le prime due sono uscite per la Dreamspinner Italia con il titolo “Un insolito triangolo”)
Pagine: 450
Serie: The Seafare Chronicles #1

Trama:
Bear McKenna non ha ancora diciotto anni quando la madre lo abbandona per rifarsi una vita con un altro uomo. Gli lascia un centinaio di dollari e Tyson, detto Kid, il fratellino di appena sei anni. Bear rinuncia a tutto per prendersi cura di lui. Passano tre anni, i due se la cavano, ma Bear deve rassegnarsi a condurre una vita quasi solitaria. Fino al ritorno di Otter.
Otter è il fratello maggiore del suo migliore amico. Il loro rapporto va avanti tra alti e bassi, tra cose non dette e incomprensioni. Ma stavolta sono costretti ad ammettere la natura del sentimento che li unisce.
Per Bear la cosa più importante resta il benessere del fratellino. Non può permettersi le complicazioni di un legame sentimentale. Ma non merita anche lui qualcosa di più al mondo? Non merita anche lui di avere qualcuno al suo fianco?




Adoro questo autore, tanto tanto, ero proprio curiosa di leggere questa serie, scritta da lui prima di quelle che ho letto finora, anche perché nel libro Dimmi per ch3 combattiamo questi protagonisti sono citati.

Questo libro racconta la storia di Dereck, detto Bear e di Oliver, detto Otter e del fratellino di Bear, Tyson detto Kid. La prima cosa che ho pensato è che Klune anche stavolta (forse quindi per la prima volta) sottolinea la sua idea di famiglia in quanto persone che si scelgono e si sostengono, nel bene e nel male indipendentemente dal legame di sangue. Bear, Otter e Kid è proprio incentrato su questo, sui rapporti familiari anche fra non consanguinei, ma anche sull’omosessualità, sulla accettazione – propria e da parte degli altri – oltre che dalla difficoltà di fare coming out, soprattutto in certi contesti.

Mentre leggevo questo libro ho spesso pensato che è stato scritto da una decina di anni e che forse Klune ha già sviscerato il concetto di queer in maniera esaustiva con la serie A prima vista. Però lo stesso ho apprezzato molto la delicatezza e la maniera in cui ha fatto evolvere il personaggio di Bear, che subito si sente sbagliato perché prova attrazione per un ragazzo. Ho molto apprezzato il coraggio di raccontare anche di chi ha fatto fatica ad accettarsi, chi ha lottato contro le proprie emozioni, non raccontare solo la fatica, comunque sempre presente, di farsi accettare dagli altri. Come se fosse un passo indietro, importantissimo, di autoanalisi ed evoluzione. Mi è piaciuto tantissimo come l’ha trattato.

Credo pure che fosse il libro giusto al momento giusto, avevo bisogno di immergermi in una storia così emozionante e coinvolgente, ammetto di essermi commossa, oltre ad aver sorriso e riso. Insomma Klune è un toccasana quando si vuole provare emozioni, quando si ha bisogno di vivere un libro, più che leggerlo, stavolta per me è stato proprio così, ho divorato queste pagine facendomi trasportare tantissimo.

Ho amato moltissimo i personaggi secondari, Kid in primis ma anche Creed e Anna, oltre la vicina di casa. Questo nucleo familiare anomalo, ma presente e giusto, mi ha proprio conquistata.

La storia è raccontata in prima persona da Bear, mi è mancato il punto di vista di Otter, anche se Klune è un furbone e usa escamotage per raccontare anche qualcosa da parte di altri.

Se cercate un libro che è un concentrato di emozioni forti, scritto bene, con una storia bella e con tematiche importanti, questo è quello giusto, ve lo consiglio proprio. Intanto aspetto il seguito, che so esserci anche se questo non lascia in sospeso.
Voto: 5*

Anche voi come me amate tanto questo autore?


14 commenti:

  1. Molto dolce, ottima recensione, grazie

    RispondiElimina
  2. Che bello quando leggi il libro giusto al momento giusto!

    RispondiElimina
  3. Bella recensione Chiara, anche io ho amato questa storia... Abbiano avuto le stesse sensazioni e emozione 😍

    RispondiElimina
  4. Adoro questo autore, non posso perdermi questa nuova uscita :)

    RispondiElimina
  5. Klune non sbaglia un colpo. Anche io lo amo per l'infinita poesia e delicatezza. Bella la tua recensione.

    RispondiElimina
  6. Ho finito ieri La casa sul mare celeste, il mio primo libro di questo autore. E' stato come una carezza tenera sulla mia pelle, e credo proprio che continuerò alla scoperta dei suoi libri. La tua recensione non ha fatto altro che confermare quello che già sospettavo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La casa sul mare celeste è meraviglioso! Se ti è piaciuto ti consiglio di recuperare il resto di Klune

      Elimina
  7. Lo lessi anni fa e lo amai molto

    RispondiElimina