mercoledì 11 luglio 2018

Review Tour "L'incantesimo della spada" di Amy Harmon

Buongiorno, finalmente oggi posso parlarvi di questo libro, di cui ho seguito il blogtour (qui la mia tappa). Pronti a conoscere la mia opinione?




Autrice: Amy Harmon
Titolo: L'incantesimo della spada
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 5 luglio 2018
Pagine: 384

Trama:
In un regno in cui gli incantesimi sono banditi, l’unica magia rimasta è l’amore
«Deglutisci, figlia. Ingoia le parole, bloccale nel profondo della tua anima. Nascondile, chiudi la bocca sul tuo potere. Non maledire, non curare. Non parlerai, ma imparerai. Silenzio, figlia. Rimani viva». 
Il giorno in cui mia madre è stata uccisa, ha detto a mio padre che non avrei mai più pronunciato una sola parola e che se fossi morta, lui sarebbe morto con me. Predisse anche che il re avrebbe venduto la sua anima e avrebbe ceduto suo figlio al cielo. Da allora mio padre attende di poter avanzare la sua pretesa al trono e aspetta nell’ombra che tutte le parole di mia madre si avverino. Desidera disperatamente diventare re. Io voglio solo essere finalmente libera. Ma la mia libertà richiede una fuga e io sono prigioniera della maledizione di mia madre tanto quanto dell’avidità di mio padre. Non posso parlare o emettere suoni. Non posso impugnare una spada o ingannare un re. In un regno in cui gli incantesimi sono stati banditi, l’unica magia rimasta potrebbe essere l’amore. Ma chi potrebbe mai amare… Un uccellino?

Una fiaba. Ecco l'impressione che ho avuto da subito e per tutta la breve durata della lettura. Una favola ma dai toni potenti, come quelle dei fratelli Grimm.
Parto col dirvi che ho divorato questo libro, in due sere. Non riuscivo proprio a staccarmi dal kindle, ho fatto le ore piccole senza accorgermene e non l'ho più mollato. Non mi capita spesso di non riuscire ad alternare altro ma questa volta è andata così. Merito soprattutto dello stile dell'autrice, magnifico in qualunque genere si cimenti.
Le parole possono essere terribili quando la verità non è gradita.
Siamo a Jeru, regno immaginario dove la magia esiste sotto forma di dono che alcune persone possiedono. Possono essere: La Tessitrice, il Mutante, il Guaritore e l’Indovina, ma nel corso degli anni questi doni sono mutati anche perché i loro possessori sono stati perseguitati. In nome di un'uguaglianza che cela una sete di potere, si è proceduto con l'eliminazione delle persone portatrice di un dono. Col passare degli anni il messaggio acquisito è che la magia è male e va estirpata.
Tutto questo è molto ben spiegato dall'inizio, in un prologo con il punto di vista della madre della protagonista, che da i brividi.
Nella corte si sarebbe discusso di me per un po’, poi se ne sarebbero dimenticati del tutto. Facevo quell’effetto alle persone. Il silenzio era il cugino più prossimo dell’invisibilità.
La protagonista è Lark e non può parlare. Il perché è di nuovo spiegato nel prologo e questa condizione è alla base di tutto. Lei è un'Indovina e le sue parole sono pericolose. Il messaggio è proprio questo: le parole posso essere pericolose se la persona che le usa non fa attenzione. Ho pensato più volte nel corso della lettura che mi sarebbe piaciuto leggerlo in lingua originale perché l'autrice ha giocato molto con le parole. La traduzione non mi ha dato problemi e molti doppi sensi sono spiegati ma credo che renda meglio in inglese. Comunque è bellissimo questo uso e questa importanza che le parole rivestono. Soprattutto per Lark, che le ha perse. 

Re Tiras è all'apparenza il maggior fautore dello sterminio delle persone col dono, ma è appunto apparenza. Lark è letteralmente un'allodola lui invece è un'aquila. Contrapposizione e gioco di parole anche qui, la loro interazione e il loro rapporto ha un'evoluzione che ho amato moltissimo. 
Dalla trama sembrerebbe incentrato su questo, sulla storia d'amore ma per me non è così. Ha un ruolo importante ma non centrale secondo me. È bellissimo leggere proprio di loro, nel contesto di una storia molto più complessa.
Perché senza il desiderio, c’è soltanto il dovere.
Da buona fiaba che si rispetti c'è un cattivo che è terribile e c'è anche chi non sembra che lo sia. Di contro i nostri protagonisti hanno molti alleati e tutti i vari personaggi sono caratterizzati benissimo. Ho amato tantissimo Boojohni, un troll più amico che servitore di Lark.
Non mancano pure le battaglie e gli scontri, il libro ha tutti i componenti di un fantasy classico. Secondo me è crudo al punto giusto e ha l'esatto mix di componenti: magia, azione, amore.
Figlia, figlia, figlia di Jeru,
sta arrivando, non celarti.
Figlia, figlia, figlia di Jeru,
sta arrivando il re a sposarti
L'unica pecca che ho trovato è la prevedibilità. I colpi di scena finali sono intuibili da molto prima ma l'autrice ti lascia proprio indovinare, secondo me sempre nell'ottica di una impostazione da fiaba.

Mi piace questo genere e mi piaceva già prima lo stile dell'autrice. Questa unione è stata eccezionale, il risultato è una storia che cattura da subito, con una bella morale e che alla fine lascia soddisfatti ed esaltati. 
Lo consiglio proprio, anche a chi non legge abitualmente fantasy perché è molto soft e richiama appunto le favole.
«Andate ora, e non fate alcun male».
Voto:

Di questa autrice ora leggerei anche la lista della spesa. Voi la conoscete? Leggete questo libro, preparatevi però a fare le ore piccole


Leggete anche le altre recensioni del tour




Immagini prese da Pinterest

28 commenti:

  1. Questo libro mi incuriosisce da quando l'ho visto, prima o poi lo leggerò :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te lo consiglio proprio, merita davvero

      Elimina
  2. Morivo dalla voglia di leggere la tua recensione perché come sai ho scelto questo romanzo per la rubrica tu leggi? Io scelgo! Di settembre. La Harmon credo sia tra le autrici più dotate sulla scena letteraria, scrive magnificamente e non avevo dubbi sul fatto che se la sarebbe cavata anche nel frangente “fiaba”. Mi piace molto come hai impostato la recensione senza far spoiler ma dicendo tanto. Non vedo l’ora di iniziarlo per poter condividere con te pensieri e idee su quello che poi seguirà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chicca, sono contenta di averti ispirata

      Elimina
    2. e aspetto i commenti man mano che leggi

      Elimina
  3. Hai ragione sai? Una fiaba è proprio quella che è questo libro l'ho adorato tantissimo sebbene io non amo i fantasy ma quello che scrive la Harmon è fantastico sempre quindi non potevo non leggerla. Bello, bello, bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio tanto contenta che ti sia piaciuto

      Elimina
  4. Tania Books to Read11 luglio 2018 12:54

    Il mio portafogli piange... mi sa che mi tocca prendere pure questo!!
    Bellissima Recensione! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tania e te lo consiglio proprio

      Elimina
  5. Ecco sì, quello della lista della spesa l'ho scritto pure io xD

    Adoro. Adoro. Adoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cerchiamo la sua lista della spesa? Perché deve essere interessante pure quella.

      Elimina
  6. Siamo perfettamente in sintonia, anch'io non ho visto solo la storia d'amore come tema dominante della storia e anch'io ho percepito subito la componente fiabesca che attraversa tutto il romanzo: è stato uno dei miei primi pensieri, soprattutto perché io ho un legame particolare con le fiabe. La recensione è perfetta. Bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maryella, da subito e per tutta la lettura ho pensato a una fiaba

      Elimina
  7. Ho avuto la tua stessa impressione, una fiaba... molto più romance però, almeno per me ^_^ Mi è piaciuto davvero tanto, sono contenta di averlo letto, e speriamo di poter leggere presto la storia di Kjell, mi intriga da morire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kjell mi piace tantissimo non vedo l'ora davvero

      Elimina
  8. Bellissima recensione! Grazie al tuo buono per la vincita delle Ropoliadi, questo libro mi è da poco arrivato a casa :) non vedo l'ora di leggerlo 😍😍😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che piacere Alessia! Ora sono curiosissima di sapere la tua opinione

      Elimina
  9. Bellissima recensione. Torno appena ho letto il libro, perché voglio gustarmelo e poi parlarne con te

    RispondiElimina
  10. Quanto sei noiosa! Non ce la faccio più!! Volevo passare un'estate tranquilla ma mi stai facendo segnare libri su libri. Non ti rivolgo più la parola 😑
    Tu sei la persona che convincerebbe anche uno scettico.
    Comunque... mi piace il fatto che sia simile a una fabia e il tuo "non spiegare nulla della trama" mi ha intrigato ancora di più 😍

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Anna e non mi sento neanche un po' in colpa, mi vendico di tutti i libri che mi hai fatto comprare tu!

      Elimina
    2. Dolcissima lei ❤❤❤❤

      Elimina
  11. Ciao Chiara,
    bellissima recensione! Mi piace che lo hai paragonato ad una fiaba e concordo con te sul fatto che sia un fantasy che ha il giusto mix fra l'azione e la parte romance!

    RispondiElimina
  12. anche tu hai messo la lista della spesa della Harmon in wl? AVE SORELLA!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Mi sa che c'hai ragione XD

      Elimina