lunedì 24 aprile 2017

Premio Bancarella - Ma chi ha vinto negli anni scorsi?

Buongiorno a tutti, come credo anche i muri sapranno ormai, faccio parte dei blog che seguono il Premio Bancarella 2017. 


Vi ricordo i libri finalisti:
  • "Il giardino dei fiori segreti" di Cristina Caboni - Ed. Garzanti
  • "La locanda dell'ultima solitudine" di Alessandro Barbaglia - Ed. Mondadori
  • "Gocce di Veleno" di Valeria Benatti - Ed. Giunti
  • "I Medici. Un uomo al potere" di Matteo Strukul - Ed. Newton Compton
  • "La guardia, il poeta e l'investigatore" di Jung Myung Lee - Ed. Sellerio
  • "Magari domani resto" di Lorenzo Marone - Ed. Feltrinelli

Il vincitore della 65° edizione  sarà annunciato il 16 luglio a Pontremoli (MS) e noi #bancarellablogger vi accompagneremo in questa attesa con le varie recensioni ai libri e una specie di tour in cui vi forniremo qualche notizia inerente il Premio Bancarella.

Oggi tocca a me e alla Libridinosa raccontarvi dei vincitori passati. Parlandone insieme ci siamo rese conto che spesso non conosciamo granché della storia del premio e abbiamo deciso di fare un giochino con voi se vi va. Qui sotto mettiamo l'elenco dei 64 vincitori del Premio Bancarella dei vari anni passati e vediamo quanti ne abbiamo letti e quanti ne vorremmo leggere. Pronti? Via!

1953 - Ernest Hemingway, Il vecchio e il mare - Mondadori - Letto
1954 - Giovanni Guareschi, Don Camillo e il suo gregge - Rizzoli
1955 - Hervé Le Boterf, Lo spretato - Martello
1956 - Han Suyin, L'amore è una cosa meravigliosa - Bompiani
1957 - Werner Keller, La Bibbia aveva ragione - Garzanti
1958 - Boris Leonidovič Pasternak, Il dottor Živago - Feltrinelli
1959 - Heinrich Gerlach, L'armata tradita - Garzanti
1960 - Bonaventura Tecchi, Gli egoisti - Bompiani
1961 - André Schwarz Bart, L'ultimo dei giusti - Feltrinelli
1962 - Cornelius Ryan, Il giorno più lungo - Garzanti
1963 - Paolo Caccia Dominioni, El Alamein - Longanesi
1964 - Giulio Bedeschi, Centomila gavette di ghiaccio - Mursia
1965 - Luigi Preti, Giovinezza, giovinezza - Mondadori
1966 - Vincenzo Pappalettera, Tu passerai per il camino - Mursia
1967 - Indro Montanelli, Roberto Gervaso, L'Italia dei comuni - Rizzoli
1968 - Isaac Bashevis Singer, La famiglia Moskat - Longanesi
1969 - Peter Colosimo, Non è terrestre - Sugar
1970 - Oriana Fallaci, Niente e così sia - Rizzoli
1971 - Enzo Biagi, Testimone del tempo - S.E.I.
1972 - Alberto Bevilacqua, Il viaggio misterioso - Rizzoli
1973 - Roberto Gervaso, Cagliostro - Rizzoli
1974 - Giuseppe Berto, Oh! Serafina - Rusconi
1975 - Susanna Agnelli, Vestivamo alla marinara - Mondadori
1976 - Carlo Cassola, L'antagonista - Rizzoli
1977 - Giorgio Saviane, Eutanasia di un amore - Rizzoli
1978 - Alex Haley, Radici - Rizzoli
1979 - Massimo Grillandi, La contessa di Castiglione - Rusconi
1980 - Maurice Denuzière, Louisiana - Rizzoli
1981 - Sergio Zavoli, Socialista di Dio - Mondadori
1982 - Gary Jennings, L'azteco - Rizzoli
1983 - Renato Barneschi, Vita e morte di Mafalda di Savoia a Buchenwald - Rusconi
1984 - Luciano De Crescenzo, Storia della filosofia greca. I presocratici - Mondadori
1985 - Giulio Andreotti, Visti da vicino III - Rizzoli
1986 - Pasquale Festa Campanile, La strega innamorata - Bompiani
1987 - Enzo Biagi, Il boss è solo - Mondadori
1988 - Cesare Marchi, Grandi peccatori Grandi cattedrali - Rizzoli
1989 - Umberto Eco, Il pendolo di Foucault - Bompiani - Letto
1990 - Vittorio Sgarbi, Davanti all'immagine - Rizzoli
1991 - Antonio Spinosa, Vittorio Emanuele III. L'astuzia di un re - Mondadori
1992 - Alberto Bevilacqua, I sensi incantati - Mondadori
1993 - Carmen Covito, La bruttina stagionata - Bompiani
1994 - John Grisham, Il cliente - Mondadori
1995 - Jostein Gaarder, Il mondo di Sofia - Longanesi
1996 - Stefano Zecchi, Sensualità - Mondadori
1997 - Giampaolo Pansa, I nostri giorni proibiti - Sperling & Kupfer
1998 - Paco Ignacio Taibo II, Senza perdere la tenerezza - Il Saggiatore
1999 - Ken Follett, Il martello dell'Eden - Mondadori - Letto
2000 - Michael Connelly, Il ragno - Piemme
2001 - Andrea Camilleri, La gita a Tindari - Sellerio editore
2002 - Federico Audisio di Somma, L'uomo che curava con i fiori - Piemme
2003 - Alessandra Appiano, Amiche di salvataggio - Sperling & Kupfer
2004 - Bruno Vespa, Il cavaliere e il professore - RAI Eri, Mondadori
2005 - Gianrico Carofiglio, Il passato è una terra straniera - Rizzoli
2006 - Andrea Vitali, La figlia del podestà - Garzanti
2007 - Frank Schätzing, Il diavolo nella cattedrale - Nord
2008 - Valerio Massimo Manfredi, L'armata perduta - Mondadori
2009 - Donato Carrisi, Il suggeritore - Longanesi
2010 - Elizabeth Strout, Olive Kitteridge - Fazi
2011 - Mauro Corona, La fine del mondo storto - Mondadori
2012 - Marcello Simoni, Il mercante di libri maledetti - Newton Compton - Letto
2013 - Anna Premoli, Ti prego lasciati odiare - Newton Compton - Letto
2014 - Michela Marzano, L'amore è tutto: è tutto ciò che so dell'amore - UTET
2015 - Sara Rattaro, Niente è come te - Garzanti
2016 - Margherita Oggero, La Ragazza di fronte - Mondadori - Letto

Uh che vergogna! Ehm sappiate che da domani io e Laura saremo irreperibili! Ne ho letti solo sei, sicuramente recupererò a breve quello di Sara Rattaro e ci sono un paio di altri titoli che mi incuriosiscono molto. 
Voi come siete messi? Non fate i timidi, sono curiosa di sapere e condividere con voi la mortificazione.

Abbiamo pensato di fare qualche domanda a un vincitore passato e io ho chiesto a Anna Premoli, il cui libro mi è piaciuto molto e che è stata molto gentile e disponibile.

D. Come hai vissuto il periodo di attesa tra la nomina nella sestina finalista e la vittoria?
R. In modo molto tranquillo: in tutta sincerità non pensavo che un "romanzo rosa" avrebbe potuto vincere il premio Bancarella. Ricordo di aver vissuto tutte le tappe del piccolo tour organizzato prima della serata finale con gran divertimento e di aver conosciuto persone splendide!

D. Come ti è cambiata la vita da scrittrice dopo aver vinto questo premio?
R. La mia vita non è molto cambiata perché, in tutta onestà, non ho maisentito l'esigenza di stravolgerla. Senza contare che ormai sono abituata a svolgere due lavori al posto di uno: sono un'economista di giorno e un'autrice la sera. E per il momento va benissimo così. Anzi, la mia professione in campo finanziario, unitamente alle tante persone che ho modo di incontrare, sono per me un grosso valore aggiunto quando mi metto a scrivere

D.Parliamo del libro in questione. Con quale personaggio ti identifichi di più?
R. Indubbiamente con quello femminile: Jennifer è una donna in carriera,con la testa sulle spalle e una grande motivazione in campo professionale. In quello sentimentale molto meno... Credo che avrei finito con l'assomigliarle, se non fossi inciampata molto presto nel mio personale principe azzurro. In ogni caso, da giovane ho fatto parte del club di quelle che sognavano molto più la carriera e l'indipendenza che l'abito bianco. Che ho comunque finito per indossare, e pure piuttosto presto. Diciamo che ho scoperto sulla mia pelle che il grande amore, più che arrivare piano e chiedere il permesso, irrompe e ti stravolge la vita.

Vi ricordo i #bancarellablogger ufficiali:



E adesso non vi resta che andare a sbirciare quanti libri di questi ha letto Laura e chi ha intervistato. Io vi aspetto con le prossime recensioni e vado a cercarmi un posticino nascosto!


19 commenti:

  1. Risposte
    1. Ci troviamo tutti lì nascosti insieme...

      Elimina
  2. Uhm... io ne ho letti solo una ventina mi pare...
    Però a mia discolpa posso dire che sono quelli da quando sono nata in poi.
    A parte "Il Dottor Zivago" e "Il vecchio e il mare".
    Bellissimo quello del Festa Campanile!
    Non sapevo avesse vinto il Bancarella!
    Chiara, te lo consiglio! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ci fai fare brutta figura se ti vergogni per una ventina! Ihihihih. Mi segno questo titolo e provvedo, promesso.

      Elimina
  3. Solo sei tra quelli che hai citato.. che vergogna!
    Interessante questo post

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Susy, pure io solo sei ma voglio recuperare qualcosa

      Elimina
  4. Io ne ho letti nove ma vorrei fare un minuto di silenzio perché ho appena visto che Il Mercante di libri maledetti ha vinto il premio bancarella. Per me resta un mistero questa vittoria.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lisse, l'ho letto anche io quello. Tu quali?

      Elimina
    2. Il vecchio e il mare, Storia della filosofia greca, Il pendolo di Focault (due volte), Il cliente, La gita a Tindari, La figlia del podestà, Il diavolo nella cattedrale (altro libro che mi chiedo come abbia fatto a vincere), Il mercante di libri maledetti, La ragazza di fronte. E ho scoperto di aver comprato un altro vincitore, Lousiana, su una bancarella a due euro!

      Elimina
    3. Sei un portento, bravissima!

      Elimina
  5. Come scritto da Laura... me tapina O_O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tapine tutte insieme, ma recupereremo dai!

      Elimina
  6. Anch'io ho letto Il vecchio e il mare di Hemingway! Bellissimo!!!!! *w*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io l'ho letto che ero troppo piccola e ho un ricordo brutto

      Elimina