giovedì 28 luglio 2016

Incontro con l'autore #3 - Loredana Limone 24 luglio 2016

Eccomi qui a raccontarvi l'ultimo pezzo di questo fine settimana letterario che ho vissuto. Nell'ambito del festival Una Torre di libri era prevista la presentazione del libro "Un terremoto a Borgo Propizio" di Loredana Limone.


Quando ho scoperto questo ho subito voluto leggere almeno il primo dei suoi libri che ahimè non avevo ancora fatto. Ho così scoperto un'autrice molto dotata, capace di tratteggiare i personaggi e i luoghi come pochi altri sanno fare. Se volete buttare l'occhio sulla recensione è qui.

Dopo aver saputo della sua presenza nei miei posti l'ho contattata su facebook e ho scoperto che è una persona molto simpatica e disponibile. Abbiamo iniziato a chiacchierare e ci siamo scambiate idee. A settembre se volete ci sarà una sorpresa a riguardo.
Arriva il giorno della presentazione e io, ancora scombussolata per l'incontro del giorno prima, mi presento un pochino prima dell'inizio e lei mi accoglie come solo le amiche più care fanno. E' stato bellissimo, mi ha trascinato nei discorsi e trattata come un'addetta ai lavori, mi ha coinvolto in tutto, foto, commenti. Lei è un vulcano di energia e positività.

E' passata in mezzo alla platea presentandosi a tutti e spendendo due parole per ognuno, elargendo sorrisi su sorrisi. Frizzante, piena di vita, allegra, ha conquistato tutti già prima di salire sul palco.
Quando l'ha fatto è stato divertentissimo, abbiamo riso per un'ora di fila, Francesca, la moderatrice, non riusciva quasi a parlare dalle risate. E' stata una chiacchierata e non solo sul palco, ha coinvolto anche il pubblico che spesso e senza bisogno di microfoni o altro faceva domande. Se non avete mai assistito a una sua presentazione vi consiglio con tutto il cuore di rimediare perché l'esperienza è unica e ne vale la pena.
Ha anche letto qualche pezzo del libro, interpretandolo come solo chi l'ha scritto può farlo. Noi del pubblico eravamo tutti rapiti. Quando è finito, dopo la firma dei libri, che è durata più del previsto perché lei ha speso più di una parola per tutti, mi ha concesso una piccola intervista, che vi propongo:





D: Ciao Loredana, il tuo libro “Borgo Propizio”, primo di una trilogia, è ambientato appunto in un paesino piccolo, un po’ decadente ma con la voglia di rinascere. Provieni da un’esperienza così?
R: No: io sono napoletana e ho sposato un meneghino; ho quindi vissuto in una città di mare e ora in una provincia di pianura. I borghi mi piacciono molto e ne ho visitati parecchi, ma solo in occasione di gite veloci. Però, quando a un certo punto della mia vita ho avuto bisogno di evadere dal mio vissuto, mi sono rifugiata a Borgo Propizio.

D: Secondo te è fattibile e utile una rivalutazione del Borgo, in generale di tutti i paesini piccoli che hanno ancora molto da offrire?
R: Se è fattibile dovrà dircelo il Governo. Infatti c’è una legge per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni, proposta dall’On. Patrizia Terzoni, ferma in Commissione che spero si sblocchi e sblocchi qualcosa. Più che utile, per me è doveroso un intervento in tal senso.

D: I personaggi dei tuoi libri sono molto particolari e a me hanno ricordato persone reali. Ti sei ispirata a qualcuno per crearli?
R: Si tratta di romanzi di fantasia, però ho iniziato a scriverli a 45 anni, con un notevole vissuto alle spalle che è stato di grande ispirazione. 

D: Qual è il tuo personaggio preferito?
R: Zia Letizia, che considero il mio alter ego; ma ho un debole per le sorelle Mariolina e Marietta. Il loro modo di approcciarsi e interagire è uguale al modo mio e di mia sorella, che adoro.

D: Belinda molla tutto per inseguire un sogno, quello della latteria. Hai fatto anche tu la stessa cosa per la scrittura? 
R: Sì, ero un commerciale estero e ho lasciato un impiego di quelli che oggi non esistono più: a tempo indeterminato! Ma volevo essere una scrittrice a 360° e non me ne sono pentita.

D: Quale consiglio ti senti di dare a chi vorrebbe intraprendere la strada della scrittura?
R: Quello che mi diede il compianto Giuseppe Pederiali in un per me fortunato incontro: avere un romanzo pronto in cui credere e affidarsi a un serio agente letterario. Mi sconsigliò i racconti perché poco graditi dagli editori.

D: Qual è la parte che ami di più del tuo lavoro e quale invece quella peggiore?
R: Oltre alla meraviglia del contatto col pubblico dei lettori (principalmente lettrici, ma si sa su 10 lettori 7 sono donne), con cui spesso intreccio rapporti di amicizia, la cosa che preferisco è scrivere (a mano su carta riciclata) seguendo l’ispirazione. La parte peggiore, ancorché fondamentale, è ricopiare al pc.

D: Ci saranno altri libri di questa serie, oltre ai tre già pubblicati? 
R: Sì, in autunno/inverno uscirà il 4° romanzo, che chiude le vicende borghigiane.

D: Hai in mente altri progetti al di fuori del nostro Borgo? 
R: Ho un progetto letterario di riavvicinamento alla mia citta natia, Napoli, della quale – per motivi non qui dipanabili – fino a poco tempo addietro mi sono sentita figliastra.

D: Qual è il complimento migliore che ti hanno fatto? E la critica peggiore?
R: Il complimento più gradito quando mi dicono di leggere i miei libri con il sorriso sulle labbra. La critica, ma per la quale ringrazio, è definirli libri da ombrellone che fanno ridere un paio d’ore e non di più. Ringrazio, dicevo, perché è una critica che vale più di un complimento: nel terribile mondo in cui ci troviamo a vivere, strappare anche una sola, semplice risata è una gran bella cosa. Io, se qualcuno mi facesse ridere due ore, lo bacerei dalla testa ai piedi e lo riempirei di benedizioni.



Ringrazio ancora tanto Loredana per l'enorme disponibilità e simpatia, una persona che d'ora in poi reputerò amica oltre che grande autrice. Se non conoscete i libri vi consiglio con tutto il cuore di leggerli, lasciano veramente col sorriso sulle labbra. E se avete occasione di incontrare l'autrice fatelo, arricchirà la vostra giornata.


12 commenti:

  1. Carissima Chiara, che fortuna, hai abbracciato Loredana e un po' ti invidio. La adoro, scrive in maniera così perfetta, precisa e ricca che vorrei sedermi una settimana intorno ad un tavolo in sua compagnia e imparare. Poi lei è dolce, positiva e sicuramente contrasta molto il mio caratteraccio cupo. Sono felice che tu abbia letto il Borgo e sia diventata anche tu sua fan. Complimenti per le domande, diverse dal solito e direi proprio azzeccate!!! Brava la mia lettrice sulle nuvole

    RispondiElimina
    Risposte
    1. un'esperienza meravigliosa, una persona stupenda. Tutti gli ascoltatori della platea erano rapiti e ci siamo fatti qualche risata in compagnia. Poi lei mi ha proprio coccolata. Grazie Baba

      Elimina
  2. Ciao Chiara,
    ribadisco la mia invidia per la tua esperienza...anche se a livello emotivo deve essere stata abbastanza impegnativa. Ti ringrazio inoltre per la bella intervista che ci proponi che mi ha fatto conoscere meglio l'autrice.
    Ed ora vado subito a cercare il secondo volume per riprendere i contatti con zia Letizia.
    un caro saluto da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è stata impegnativa come esperienza è vero, ma meravigliosa davvero. Grazie Lea, anche io torno nel Borgo

      Elimina
  3. Ecco cosa succede quando due donne fantastiche si incontrano!
    E che dire dell'intervista? Non me l'aspettavo: sorpresa graditissima.
    Vorrei dare il cinque a Loredana, perché ha ragione: quanto vale una persona che riesce a farti ridere, ma veramente, di cuore, spensieratamente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosa, far ridere e sorridere come lei è un dono. Grazie mille come sempre un bacio

      Elimina
  4. Simpaticissima quest'autrice e molto istruttiva l'intervista *-*
    Chiarè, ancora tanti complimenti! Le letture da ombrellone fanno bene all'anima e al cuore, fuggire da questo mondo crudele per immergersi in un mondo immaginario e divertente fa bene ai sentimenti, cavolo!
    P.S. Ho commentato la recensione di The Bad Boy ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna, è stato molto bello incontrarla. E il suo libro è molto bello e curato oltre ad avere il dono di far sorridere.
      Passo a vedere il commento grazie

      Elimina
  5. Simpaticissima questa autrice!! :D

    RispondiElimina
  6. Che tu ormai sia vippa te l'ho già detto e con ritardo mi rileggo i tuoi bellissimi incontri! Loredana Limone mi farà compagnia durante le ferie, ovvero molto presto e credo proprio che anche io troverò una nuova amica in lei e nei suoi personaggi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggila leggila così ne parliamo! Anche io proseguirò con il Borgo in attesa dell'ultimo. Grazie mille

      Elimina