giovedì 21 settembre 2017

Review Party: "Insieme siamo perfetti" di Penelope Douglas


Buongiorno a tutti! Esce oggi questo libro che ho avuto il piacere di leggere in anteprima. Vi lascio il mio pensiero riguardo.

Autrice: Penelope Douglas
Titolo: Insieme siamo perfetti
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 21 settembre 2017
Pagine: 381

Trama:
In quinta elementare a ciascuno di noi venne assegnato un amico di penna tra i ragazzini di un’altra scuola. Mi chiamo Misha, e pensando che fossi una femmina, l’altro insegnante mi mise in coppia con una sua allieva, Ryen; la mia maestra, credendo che Ryen fosse un maschio come me, non obiettò. Dal primo momento in cui io e Ryen abbiamo iniziato a scriverci, abbiamo litigato su tutto. E le cose non sono cambiate in questi sette anni. Le sue lettere sono sempre scritte in inchiostro argento su carta nera. A volte ne arriva una alla settimana, altre volte tre nello stesso giorno, ma sento che ormai sono diventate una necessità per me. Lei è l’unica che mi aiuta a tenere la rotta, l’unica che mi accetta per come sono. Abbiamo solo tre regole fra di noi. Niente social media, niente numeri di telefono, niente foto. Fino a quando, in rete, sono incappato nella foto di una ragazza di nome Ryen, che ama la pizza di Gallo, e adora il suo iPhone. Quante possibilità c’erano che fosse lei? Accidenti! Dovevo incontrarla. Certo non potevo immaginare che avrei detestato ciò che stavo per scoprire.


SOLITUDINE
VUOTO
MENZOGNA
VERGOGNA
PAURA
Chiudi gli occhi, non c’è niente da vedere qui fuori.
Gli amici di penna. Che bel ricordo, davvero. In quest'epoca in cui la tecnologia li sta facendo scomparire ho veramente apprezzato come l'autrice è riuscita a inserire un elemento "vintage" in una storia moderna, riuscendo bene nell'intento.
Misha e Ryen sono amici di penna da tanti anni. Nel corso della loro corrispondenza sono riusciti a instaurare un rapporto profondo e intenso. Attraverso le lettere si sono conosciuti nel profondo, hanno riversato su carta sogni, ambizioni e soprattutto paure. Hanno deciso di di non cercarsi sui social e di non incontrasi ancora, nonostante vivano in cittadine limitrofe.
Ma una sera un evento drammatico farà smuovere questa situazione.
Il mondo non è sempre quel che hai davanti, sai? È sopra e sotto di te, e spesso è là fuori. Ogni lume dentro ogni casa che vedo quando guardo giù dal tetto ha una sua storia. A volte dobbiamo solo cambiare prospettiva.
Conoscevo questa autrice, di suo ho letto la Fall Away series, adorandola, mentre ho iniziato e mollato Il mio sbaglio più grande, non riuscendo ad appassionarmi alla storia. Mi piace il suo modo di scrivere ma non ero sicurissima che avrei apprezzato questo libro anche se i pareri su Punk 57 all'estero erano tutti entusiastici.
Piccola parentesi. Perché cambiare il titolo? Punk 57 è perfetto, ideale. Questo non ci azzecca più di tanto e anche la cover non è pertinente. Fa immaginare tutt'altra storia.

Tornando a noi, lo stile dell'autrice questa volta mi ha conquistata in pieno, ancor più che nei libri precedenti. E' brava, moderna, diretta, parla al cuore senza perdersi in troppe elucubrazioni, ma mettendo comunque in risalto le fragilità dei protagonisti.
Alla fine, dobbiamo tutti soppesare ciò che vogliamo di più: ciò che avevamo o ciò che potrebbe essere. Rimanere fermi o rischiare il tutto per tutto andando avanti.
La storia non ha grosse sorprese, il mistero svelato alla fine è decisamente capibile, ma nonostante tutto i personaggi non si comportano mai in maniera prevedibile, perché non sono perfetti e inquadrati.

Eccola qui la cosa che più ho apprezzato: la totale mancanza di buonismo, anzi il porre l'accento sui difetti dei personaggi. Sono tutti imperfetti, sbagliano, fanno arrabbiare e si fanno amare profondamente proprio per le loro debolezze e fragilità.

Ho amato molto Ryen, nonostante avrei spesso voluto prenderla a schiaffi. Se avessi una figlia così sarebbe un litigio continuo. Ma il suo bisogno di essere accettata e amata per quello che è realmente mi ha toccata nel profondo. Quante volte si giudica dall'apparenza e quanto spesso un atteggiamento sbagliato è solo un meccanismo di difesa!
Gli occhi mi bruciano per il pianto di poco fa, e sono sfinita. Sono così stanca di tenermi sempre tutto dentro, voglio dire ciò che provo. Sono esausta all’idea di essere una persona che non sono e di commettere errori che non mi diverto a commettere.
Voglio sentire tutto questo, voglio perdermi con lui il più a lungo possibile.
Misha mi ha conquistata dalla prima riga. E' un testardo, che sa quel che vuole, controcorrente, anche lui abbandonato dagli affetti più cari e alla costante richiesta di essere apprezzato per quel che è, non per il suo cognome. E' un protagonista difficile, che non fa mai quello che ti aspetti.

C'è molto sentimento, anche se non è proprio adatto a chi cerca il romanticismo.
Si capisce che mi è piaciuto tanto, una storia coinvolgente, scritta bene e fuori dall'ordinario.
Voto:


Voi lo leggerete?




18 commenti:

  1. Io sono indecisa se darle una chance... la Fall Away l'ho iniziata e mollata con il primo volume per tutto il no-sense che c'era dentro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho notato degli elementi simili a quella serie, ma questo è un'altra cosa. E' più maturo, più coinvolgente. A me è piaciuto e non ho trovato cose troppo strane

      Elimina
  2. non lo so, per ora ho troppi arretrati, non credo di poterne aggiungere altri XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti capisco Chicca. Questo libro però merita, se riesci

      Elimina
  3. Vedendo la copertina e il titolo non l'avrei neanche preso in considerazione, ma con la tua recensione potrei farci un pensierino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco lo so! E' un new adult come categoria ma titolo e cover proprio non ci azzeccano niente

      Elimina
  4. L'ho già messo in lista! Curiosissima di leggerlo e mi fa piacere che a te sia piaciuto

    RispondiElimina
  5. E' pronto nel lettore e la voglia di leggerlo è tanta ma tra challenge, review e via dicendo....mi sa che lo leggerò a Natale!!!!

    RispondiElimina
  6. Io ho letto solo la serie precedente di quest'autrice, qualche anno fa. Mi è piaciuto un sacco, e mi piace anche come scrive l'autrice ☺
    Questo romanzo sembra molto bello ☺ e se avrò occasione lo leggerò ☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gresi secondo me questo è ancor più bello della sua serie precedente. Sono curiosa di sapere se ti piacerà

      Elimina
  7. Sono molto indecisa al riguardo, perché anch'io avevo iniziato "Il mio sbaglio più grande" e poi abbandonato dopo poche pagine...però la tua opinione mi sta facendo traballare un po'!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ho mollato quel libro, non riusciva proprio a coinvolgermi. Questo non riuscivo a mollarlo invece!

      Elimina
  8. La pianti di far crescere la mia TBR?

    RispondiElimina
  9. Non sono una fan della Douglas, ma questo mi è piaciuto parecchio, nonostante i piccoli difetti. Misha, ciccino :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tu l'hai letto in lingua originale? Perché alcuni di quei difetti credevo fossero dovuti alla traduzione

      Elimina